Il canale americano Showtime ha diffuso promo e trama di Billions 3×12, il dodicesimo inedito episodio e gran finale della terza stagione di Billions.

 

In Billions 3×12 che si intitolerà  “Elmsley Count” Axe domina un evento di aumento di capitale, ma è presto sfidato da un concorrente inaspettato. Nel frattempo Chuck è impegnato ad affondare il colpo finale su un nemico mentre Wendy riconosce le decisioni del passato e sceglie un lato per schierarsi. Infine Connerty si confronta con Sacker sulle attività di Chuck mentre Taylor assume una grande posizione.

 

[nggallery id=717]

Billions 3×12

Billions 3  ha debuttato il 25 Marzo 2018 sulla Showtime.

Billions 3x11In Billions 3 Chuck e Axe sono i protagonisti di una lunghissima, estenuante, appassionante partita a scacchi, giocata tra battute memorabili e svolte inaspettate; compiono azioni spietate, finalizzate solo ed esclusivamente al proprio guadagno personale, utilizzando strategie contorte e imprevedibili. 

Nel cast di Billions 3 oltre al grande Paul Giamatti (Sideways; La versione di Barney) e Damian Lewis (Homeland) uno degli attori più versatili e carismatici in circolazione, si rivelano fondamentali e di spessore anche i ruoli femminili. Maggie Siff (Wendy Rhoades), attrice che i cultori di Mad Men e Sons of Anarchy ricordano nei ruoli, rispettivamente, di Rachel Menken e Tara Knowles, e che in Billions ha un ruolo chiave: è la moglie di Chuck e lavora come psicologa nella compagnia di Axe, una situazione che contribuisce inevitabilmente ad aggravare il contrasto tra i due uomini. Malin Âkerman (Watchmen) è Lara Axelrod, moglie di Axe, bellissima e senza scrupoli, madre e moglie fedelissima, sostiene il marito in maniera incondizionata ed è pronta a tutto per difendere la sua famiglia e il loro patrimonio. 

Sebbene i personaggi della serie non siano reali, Billions si ispira vagamente al lavoro del procuratore Preet Bharara e in particolare alla sua crociata contro i reati finanziari nel Southern District di New York.Inoltre, Andrew Ross Sorkin, uno dei co-ideatori, oltre ad essere un giornalista finanziario del New York Times, è noto per avere scritto sulla crisi economica del 2008-15 il bestseller “Il crollo: Too Big to Fail”, dal quale è stato tratto nel 2011 il film di HBO Too Big to Fail: Il crollo dei giganti.