breaking-bad-posterfinal

La sfida è lanciata, le carte sono state scoperte. Dopo il faccia a faccia in cui Walt (Bryan Cranston) non ha fatto nulla per dissipare i dubbi di Hank (Dean Norris), minacciando nemmeno troppo velatamente il cognato, ora è una corsa, con traguardo quelle prove che il testardo capo della DEA vuole scovare prima che Heisenberg possa nascondere. Nulla è più pericoloso per Walt di quei testimoni che Hank andrà subito a cercare. Prima fra tutte Skyler (Anna Gunn), negli ultimi tempi apparsa rasserenata, dopo essersi trovata davvero lontana da Walter. Forse aggrappata alla speranza che il cancro ritorni a divorare l’uomo che una volta amava.

BB5x10-1

Scritto da Thomas Schnauz e diretto da Michelle MacLaren, Buried ci riporta agli attimi appena successivi lo scontro Walt-Hank, dopo un prologo come sempre privo di dialoghi ma ben calibrato sul piano della tensione emotiva, anche grazie alle splendide inquadrature di cui gli ultimi fotogrammi rappresentano un perfetto esempio. Jesse (Aaron Paul) sdraiato sulla ruota di un parco giochi, a ricordarci che il suo conflitto interiore non è ancora risolto e che non solo Skyler è un testimone alla portata di Hank. Anche se è proprio attorno alla figura della donna che ruotano l’episodio e il possibile epilogo della storia di Walter White. I due contendenti partono, infatti, alla caccia di Skyler. A lei il compito di scegliere da che parte schierarsi. La paura delle reazioni del marito, che l’aveva colpita dopo l’omicidio di Gus Fring, non è il solo motivo che per ora ha permesso di mantenere il segreto. Nonostante nutra la speranza di disfarsi di Walt, Skyler non sembra avere nessuna intenzione di perdere la vagonata di denaro che la metanfetamina di Heisenberg ha procurato alla famiglia. Forse la scelta migliore è quella di aggrapparsi al cancro e aspettare. Hank dal canto suo, nonostante abbia ormai la certezza della colpevolezza del cognato, non ha in mano nessuna prova concreta e portare Skyler dalla sua parte potrebbe rendergli l’indagine molto più semplice. Un personaggio davvero sfaccettato in possesso delle chiavi che possono spalancare la porta verso la conclusione. Senza dimenticare Jesse. Il ragazzo, come detto, sta combattendo l’ennesima battaglia con la sua coscienza e potrebbe essere un testimone chiave per Hank. Soprattutto se il capo della DEA fosse a conoscenza della sorte di Mike, notizie che potrebbero davvero spingere il giovane a parlare, schierandosi finalmente contro l’ex socio, in cui ha smesso di credere da tempo.
Tutte le strade sembrano portare a due coppie di contendenti per i prossimi episodi. Breaking Bad è però una serie chimicamente instabile, capace di sorprese e svolte improvvise. La vicenda si sta complicando e ancora, certamente, altri eventi dovranno collegarsi al futuro di Walt. Lydia (Laura Fraser) deve, infatti, ancora risolvere il problema del calo di qualità della metanfetamina prodotta. Se per ora sembra poter fare a meno di Heisenberg “in cucina”, le probabilità che i destini dei due ritornino a incrociarsi sembrano molto alte.

BB5x10-2

Buried si propone come un episodio transitorio ma non per questo privo di svolte importanti. Dopo la vetta drammatica raggiunta col dialogo di chiusura della scorsa puntata, il livello di tensione non poteva che calare. Buried riesce comunque a portare avanti i fili di tutti i personaggi principali, pronti a intrecciarsi sempre più con l’incedere degli avvenimenti. Sempre solido dal punto di vista tecnico, in special modo a livello di sceneggiatura e fotografia, Breaking Bad procede coerentemente e senza passi falsi, scendendo leggermente di tono rispetto al primo appassionante episodio, senza però lasciare delusi gli spettatori. Tutto quello che è stato sepolto, dai segreti e dal terreno dei canyon statunitensi, potrebbe presto riaffiorare. La fine si avvicina.