Chuck 3 stagione: recensione della serie con Zachary Levi

1817

Chuck 3 è la stagione della serie tv di successo creata da Josh Schwartz, Chris Fedak e con Zachary Levi, Yvonne Strahovski, Adam Baldwin, Joshua Gomez, Sarah Lancaster, Ryan McPartlin,.

  • Chuck stagione 3
  • Anno: 2007/2012
  • Ideatore: Josh Schwartz, Chris Fedak
  • Produttore: College Hill Pictures, Fake Empire Productions, Wonderland Sound and Vision, Warner Bros. Television

Cast: Zachary Levi, Yvonne Strahovski, Adam Baldwin, Joshua Gomez, Sarah Lancaster, Ryan McPartlin, Vik Sahay, Scott Krinsky, Mark Christopher Lawrence, Bonita Friedericy, Julia Ling.

La terza stagione va in onda negli Stati Uniti dal 10 gennaio al 24 maggio 2010 mentre arriverà in Italia il 17 ottobre dello stesso anno. Decisi a cancellare la serie a causa del basso numero di ascolti, l’emittente NBC ritorna sulla decisione grazie alla campagna di salvezza portata avanti dagli affezionati fans.

Chuck 3 stagione

Chuck ha preso una decisione, ha deciso di sacrificare la sua vecchia vita per avere una chance nel mondo delle spie. Il generale Beckman (Bonita Friedericy) si occupa personalmente del suo allenamente che, purtroppo, si conclude senza successo. Sebbene Chuck abbia le conoscenze e le competenze tecniche per eccellere nel lavoro, gli manca il sangue freddo. Non sembrano esserci molte opzioni: il team Bartowski viene chiuso e i suoi compenenti si separano.

Tutto sembrerebbe essere finito ma non è così. Chuck, desideroso di provare a tutti che è una spia e che può essere sfruttata sul campo, interferisce con la nuova missione dei suoi ex colleghi e, nonostante qualche scivolone, rende nuovamente operativo il team Bartowski, tanto più che si scopre che Fulcrum era solo una costola di un’agenza più grande: l’Anello.

Gli equilibri sono mutati: Sarah e Chuck sono più lontani che mai, ad allargare questa crepa interviene il nuovo supervisore del team, Daniel Shaw (special guest star Brandon Routh) che si avvicina sempre di più a Sarah conquistando la sua fiducia. Farsi da parte non è nelle corde dell’eroe nerd che continua a ronzare intorno alla bella bionda

Sembrerebbe uno scontro impari, quello tra Daniel Shaw e Chuck Bartowski, ma grazie ai sentimenti che Sarah non è mai riuscita a mettere da parte e, soprattutto, grazie al fatto che il nuovo leader del team è un agente doppiogiochista dell’Anello, l’amore tanto sudato e sperato trionfa e i due possono finalmente stare insieme.

La felicità non dura a lungo, ben presto reincontrano l’Anello e l’agente Shaw che ora è diventato il nuovo Intersect dell’organizzazione criminale. A complicare già l’intricata situazione si mettono le condizioni di salute del bel protagonista. A causa dei dati stipati nel suo cervello, Chuck ha continue emicranie segno del deterioramente dei tessuti nervosi. Torna in scena Steve Bartowski che, di nuovo, affianca il figlio per salvargli la vita e, contemporaneamente, abbattere la pericolosa organizzazione dell’Anello, infiltratasi anche negli alti livelli della CIA.

Il team Bartowski è di nuovo in pericolo, a salvarli ci pensano le fedeli riserve che non si tiano indietro davanti al pericolo.

Tutto bene è ciò che finisce bene… o quasi.

Chuck ha sconfitto l’anello e Shaw, il padre si è dovuto sacrificare per raggiungere l’obbiettivo, il padre che grazie a un dispositivo, gli ha salvato la vita impedendo il deterioramento del suo cervello. Tutto sembra tornato alla normalità, se non fosse che nuovi scheletri escono dall’armadio della famiglia Bartowski.