Constantine 1×05 recensione dell’episodio con Matt Ryan

Constantine_1-logo

 

Nella quinta puntata di Constantine troviamo John (Matt Ryan), Zed (Angélica Celaya) e Chad (Charles Halford) partire per New Orleans a causa di alcuni strani omicidi da parte di diversi spiriti. A capo di queste uccisioni c’è Papa Midnite (Michael James Shaw) che non riesce a controllare il suo potere. I due maghi dovranno collaborare per porre fine alla furia omicida che terrorizza la città.

Constantine 1x05Danse Vaudou è il primo episodio della stagione ad essere completo in ogni aspetto narrativo, riuscendo ad intrattenere e divertire lo spettatore immergendolo nelle atmosfere oscure e fitte dell’occulto. La puntata prende vita seguendo il “solito” schema in cui l’antefatto rivela il caso che questa volta vedrà agire in maniera polivalente tutti i suoi protagonisti. Zed avrà numerose visioni che manifesteranno in maniera sempre più dettagliata e inaspettata elementi rilevanti del caso. Contemporaneamente Chad affronterà in prima persona i pericoli degli ignari cittadini assorbendo con il suo potere rigenerativo la violenza dei fantasmi. Mentre John avrà spazio per i suoi “effetti speciali” che vanno dal classico “gioco delle manette” fino ai rituali magici, riuscendo così a scardinare i preconcetti degli scettici, come Jim Corrigan (Emmett Scanlan), per poter comprendere e riequilibrare le forze in gioco.

Constantine 1x05-3Ma la puntata riesce ad andare affondo anche sullo sviluppo dei personaggi, le trame narrative gravitano soprattutto intorno al passato di John e Zed; i due sono restii al confronto rimanendo perlopiù in rapporti professionali ma Corrigan e Papa Midnite sveleranno piccoli e fondamentali indizi che riescono a costruire il passato di questi due complessi, e finora mai banali, personaggi. Inoltre l’episodio usa la figura accattivante di Papa Midnite anche come “alleato”, infatti nella seconda parte dell’episodio i due maghi avranno modo di mostrare la loro conoscenza della materia oscura in due sfumature diverse. Mentre il primo crede e si lascia attraversare dalla forza spirituale del bene e del male nonché dal potere che possono sollecitare alcuni spirti. John si attiene più ad una dottrina di stampo cattolico, per i suoi esorcismi, ma con un approccio di tipo agnostico, accettando la natura divina di ciò che sta affrontando ma astenendosi dal prendere una posizione netta al riguardo, seppur l’intenzione di fermare l’escalation dell’Oscurità è la sua priorità.

Constantine 1x05-2La quinta puntata di Constantine è un episodio completo e riuscito, troviamo John immerso nella sua “nube di fumo”, tanto criticata alla serie, che non occulta ma rivela la poliedricità dello show di Goyer. Finora i cliché sono stati più nelle critiche e nei commenti, paragonando eccessivamente lo show ai contemporanei Supernatural e Grimm, senza tenere conto che il fumetto da cui è tratta la serie,  Hellblazer, è degli anni ’80.

RASSEGNA PANORAMICA

Stefania Buccinnà
Sono un appassionata di Cinema e Serie televisive americane, motivo per cui mi sono iscritta all'università e mi sono laureata in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Digitale presso l'università La Sapienza in Roma dove ho conseguito anche un Master di Primo Livello in Montaggio Video e Audio. Amo costruire strutture per immagini e scrivo per piacere, pensando che le due cose sono molto simili ma con grammatiche diverse. In fondo per me, scrivere una frase è come mettere insieme una scena.
- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -