Doctor Who recensione del christmas special con Nick Frost

911

Doctor Who 8

Perchè festeggiamo il Natale? Perchè sentiamo il bisogno di riunirci coi nostri cari e trascorrere una giornata in allegria abbuffandoci e scartando pacchettini? Perchè ogni Natale potrebbe essere l’ultimo e viverlo fino in fondo è l’unico modo per tenere sempre vicina a noi una fragilissima fetta di felicità: una riflessione malinconica, che si inserisce nel christmas special di Doctor Who Last Christmas regalando momenti di grande commozione, in un episodio per lo più brillante e dall’intreccio complesso in puro stile Moffat.

A fare da arteria portante troviamo dunque un plot che sembra venire dritto dritto dall’inception di Chris Nolan: un gruppo di sconosciuti, fra i quali Clara e lo stesso Dottore, si ritrovano riuniti in un sogno condiviso a causa dell’attacco di una nuova specie aliena, pronta a divorare il cervello della sua vittima che tenta in extremis di attenuare la sofferenza sognando.

Doctor Who

 In aiuto dei sognatori, convinti di essere scienziati chiamati a studiare questi misteriosi parassiti al Polo Nord arrivano proprio il Dottore e Clara, ma la scoperta di essere loro stessi delle vittime delle creature cadute prigioniere di una lunga serie di sogni concatenati spinge il loro vero salvatore a rivelarsi: si tratta di Babbo Natale(la guest star Nick Frost), apparso in sogno e (almeno apparentemente) non nel mondo reale per tentare di aiutare l’insolito team a sconfiggere il nemico e fuggire via dall’illusione.

Nel corso di queste peregrinazioni oniriche, assistiamo a momenti di grande tensione stemperati da battute folgoranti già divenute leggenda (“non mi stupisce che gli Alieni vi invadano sempre!” dice il Dottore dopo aver appreso l’esistenza del film “Alien”) e nientemeno che citazioni da show concorrenti (perchè “Winter Is Coming” anche per i nostri protagonisti), senza farci  mancare un giro sulla slitta di Babbo Natale che permetterà al Dodicesimo, più cinico rispetto alle sue incarnazioni precedenti, di prendere le redini ed entusiasmarsi del momento come un tenero bambino.

Come nella miglior tradizione degli speciali di Doctor Who, è difficile finire l’episodio senza avere gli occhi lucidi: per una companion come Clara, così diversa dalle altre per il suo modo di relazionarsi al Signore Del Tempo senza compromessi e scontrandosi più volte con la sua difficile nuova personalità, la stagione precedente è stata foriera di numerose sofferenze, su tutte la perdita dell’amato Danny che qui compare un’ultima volta per un addio definitivo; pensavamo che anche per lei fosse venuto il momento di abbandonare, ma il ripensamento di Jenna Coleman annunciato nei giorni scorsi ha senza dubbio spinto a un cambio di rotta, percepibile in una scena scritta per segnare un toccante ultimo incontro fra Clara e il suo migliore amico.

doctor-who-last-christmas-3-1024x576

Con buona pace dei detrattori, Clara e il Dottore chiudono il Christmas Special insieme e pronti a nuove avventure, pronti a rischiare i pericoli più insidiosi per vivere l’ebbrezza del viaggio e trovare nuove meraviglie: perchè in fondo, l’alieno con la cabina blu e l’anziano uomo con la slitta non sono poi così diversi.

Ps: chi vota per Shona (Faye Marsay, vecchia conoscenza di The White Queen) come nuova companion? Strampalata e incasinatissima, è la candidata ideale.shona-book-last-christmas-570x320

Articolo precedenteCapodanno a New York: questa sera in tv
Articolo successivoGame of Thrones: cosa studierebbero i personaggi all’Università?
Nata a Palermo nel 1986 , a 13 anni scrive la sua prima recensione per il cineforum di classe su "tempi moderni": da quel giorno è sempre stata affetta da cinefilia inguaribile . Divora soprattutto film in costume e period drama ma può amare incondizionatamente una pellicola qualunque sia il genere . Studentessa di giurisprudenza , sogna una tesi su “ il verdetto “ di Sidney Lumet e si divide quotidianamente fra il mondo giuridico e quello cinematografico , al quale dedica pensieri e parole nel suo blog personale (http://firstimpressions86.blogspot.com/); dopo alcune collaborazioni e una pubblicazione su “ciak” con una recensione sul mitico “inception” , inizia la sua collaborazione con Cinefilos e guarda con fiducia a un futuro tutto da scrivere .