Si viene al mondo, si cresce, si studia, si perseguono gli obiettivi accademici che permetteranno di accedere alla professione per la quale ci si prepara, letteralmente, da tutta la vita. Il percorso delineato è veritiero per una piccolissima percentuale di persone ma, per sommi capi, le cose vanno così, se tutto va bene. O almeno, è stato così per Ken Jeong… fino a un certo punto!
Dalle ceneri della sua carriera di medico, alla quale ha rinunciato per darsi alla Stand up Comedy, nasce Dr Ken, la nuova scommessa (tra le altre) della ABC per la stagione 2015/16.

 

Dr-Ken-3Ideato e scritto da Ken Jeong (Community) insieme a Jared Stern (I Pinguini di Mister Popper) e Mike O’ Connell (Funny People – Black Dahlia), la sitcom segue le avventure di Ken, brillante medico con pochissimo tatto, che arranca a stare dietro ai problemi quotidiani, dividendosi tra il suo lavoro, i suoi figli e la moglie Alison. Essendo concepita come una comedy multicamera, la cui durata degli episodi è di 30 minuti, Dr Ken punta tutto sull’abilità del protagonista di tenere alto il livello di divertimento e di coinvolgimento del pubblico. Nei numerosi e brevi promo diffusi in rete, è chiaro che il pubblico sarà un po’ considerato come un personaggio integrante delle vicende che si vanno a raccontare: nel suo studio, il dottore si rivolge infatti direttamente alla telecamera, piazzata tra lui stesso e il povero paziente di turno.
Ad assistere lo strambo dottore, c’è per fortuna la moglie Allison (Suzy Nakamura), che per un fortunato caso fa la terapista, e la sua receptionist, Damona, interpretata da una veterana delle sitcom, Tisha Campbell Martin (Tutto in famiglia). A completare il cast, Dave Foley (Mordimi) sarà Pat, il capo dell’ospedale di Jeong; mentre i giovanissimi Krista Marie Yu e Albert Tsai, saranno rispettivamente Molly e Dave, i figli di Ken, dai quali non possiamo che aspettarci guai su guai.

Dr-Ken-2Il soggetto, che sulla carta è fresco e brillante, desta tuttavia, molti dubbi attorno la buona riuscita del nuovo progetto di ABC: i trailer convincono poco e, in generale, la critica americana si è espressa freddamente, dandola quasi per spacciata a scatola chiusa.
In effetti, le pillole diffuse in rete appaiono sì brillanti ma, purtroppo, ripetitivi. E’ prerogativa di una sitcom la ripetizione di espressioni o gag che contribuiscano a creare un personaggio memorabile per fraseologia e movenze… ma, Dr Ken, che si muove tra le mura del suo piccolo studio e qualche volta al di fuori di esso, sarà abbastanza bravo da farci ridere come fosse “sempre la prima volta”?
Lo scopriremo a partire da venerdì 2 ottobre, su ABC!