Array

Empire 1×02 recensione dell’episodio con Terrence Howard

-

Lucious (Terrence Howard) deve difendere il lancio dell’IPO dell’Empire dopo che uno dei suoi artisti, con i testi delle canzoni, ha ispirato una sparatoria. Cookie (Taraji P. Henson), comunque, riesce a sfruttare l’occasione per rilanciare l’etichetta ma tra i due è sempre guerra, soprattutto quando la donna scopre che Lucious vuole lanciare Hakeem (Bryshere Gray) da solo, mettendo in disparte Jamal (Jussie Smollett). Continua, quindi, la battaglia per impossessarsi dell’Empire Entertainment, soprattutto da parte di Andre (Trai Byres). Nel frattempo la polizia inizia ad indagare sulla morte di Bunkie.

Empire 1x02(2)Si intitola The Outspoken King il secondo episodio della prima stagione di Empire, la nuova serie televisiva della Fox di genere drama musicale ambientata nel mondo della musica rap e ideata da Lee Daniels. In questo secondo episodio Empire si conferma all’altezza del pilot, se non ancora meglio. È la musica rap, alternata alla colonna sonora originale di Timbaland, a sancire il ritmo e a fare da collante tra le varie situazioni che man mano si vanno definendo. Momentaneamente ancora in disparte la malattia di Lucious, tutta l’attenzione è rivolta alla famiglia Lyon, al ritorno di Cookie e al rapporto tra i tre fratelli. Sono proprio loro l’ago della bilancia con cui Lucious e Cookie si scontrano continuamente, quelli su cui verte il futuro dell’Empire Entertainment, ma così diversi da generare battaglie interne. Eppure Hekeem e Jamal insegnano loro che la miglior vittoria avviene in coppia, anche se il successo comporta inevitabilmente delle scelte. Empire, quindi, non solo si concentra sull’impero discografico pronto a diventare una società quotata in borsa e a dominare il mercato, ma anche su tutto il mondo che ne fa parte, svelando i mestieri del settore e i possibili trucchi del successo.

Empire 1x02A questo si aggiungono i problemi irrisolti di un passato difficile con cui Lucious e la sua famiglia sono costretti a convivere, dove la musica era ed è il solo racconto possibile per dire la verità. Verità che si fa sempre più complicata, ma che procede inesorabilmente a ritmo di musica, rischiando però di uscire dalle corde giuste. In attesa del terzo episodio, The Outspoken King conquista proprio per la storia, per i personaggi e i suoi interpreti – su tutti una strepitosa Taraji p. Henson – e per raccontare in maniera originale temi importanti quali il coming out, il razzismo, la malattia e il prezzo da pagare per il successo.

VOTO:4/5 stelle

Martina Farci
Cresciuta con la magia di Harry Potter, Hogwarts le ha aperto le porte dei libri e Moulin Rouge! del cinema. Vivendo di sogni, storie e film, si è laureata in Discipline della musica, dello spettacolo e del cinema/Film at audiovisual studies all’Università degli Studi di Udine. Tra un film e una serie tv, un festival e un’immancabile tazza di caffè, spera che tutto questo possa diventare più di una semplice passione. In fondo, “se puoi sognarlo puoi farlo”, diceva Walt Disney.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -