Empire 1×08 recensione dell’episodio con Terrence Howard

Cookie (Taraji P. Henson), per promuovere l’Empire come impresa di famiglia, decide di far incidere un brano a Lucious (Terrence Howard), Hakeem (Bryshere Gray) e Jamal (Jussie Smollett). Nel frattempo Anika (Grace Graley) affronta Lucious dopo averlo visto a letto con Cookie, chiedendogli di sposarla subito, nonostante tutto. Cookie, invece, chiederà a Lucious di lasciarla. Oltre a questo, però, Andre (Trai Byers) si sente sempre più escluso dal resto della famiglia e si scontra con alcuni demoni interiori.

 

Empire 1x08Si intitola The Lyon’s Roar l’ottavo episodio della prima stagione di Empire, la nuova serie televisiva della Fox  di genere drama musicale ambientata nel mondo della musica rap e ideata da Lee Daniels. Sempre più ispirata al Re Lear di Shakespeare, Empire si dimostra di settimana in settimana una serie davvero imperdibile. La conquista del potere e la lotta in famiglia si fanno ancora più avvincenti e si assiste ad un susseguirsi di colpi e contro colpi, dove attacco e risposta vanno di pari passo. Ma Lucious, Cookie e Anika sanno come tener testa, in un duello a distanza dove nessuno sembra avere mai  l’ultima parola. Questo, però, è supportato dai tre figli Lyon, divisi tra il sentimento fraterno e la voglia di essere i numeri uno. Tra un arrangiamento e una hit di successo, scorre l’episodio più sentimentale finora visto, dove una giovanissima famiglia Lyon fa da collante tra il passato e il presente. Ma quello che più si percepisce è la difficoltà avuta da Cookie nel non veder crescere i proprio figli, rinchiusa dentro le sbarre di un carcere. Una donna e una madre che con il passare del tempo è diventata più forte e ha saputo lottare per i propri ideali e per il proprio credo, ma soprattutto non ha smesso di amare. Un amore incondizionato che ora deve riuscire a riconquistarsi e a condividere. E in un white party perfettamente organizzato e totalmente alla moda, ecco che Jamal fa coming out nell’unico modo possibile.

Dire la verità tramite la musica. Perché la musica è un linguaggio universale, è la sola cosa che resta mentre tutto finisce. Ed è il solo modo che Lucious ha per farsi notare nel mondo, senza subire discriminazioni e comportamenti razzisti. Tutto il resto non conta, neanche l’amore. Eppure, sotto quella corazza fatta di soldi e successo, si cela un uomo che ha solo bisogno di certezze e conferme.

VOTO:4/5 stelle

RASSEGNA PANORAMICA

Martina Farci
Cresciuta con la magia di Harry Potter, Hogwarts le ha aperto le porte dei libri e Moulin Rouge! del cinema. Vivendo di sogni, storie e film, si è laureata in Discipline della musica, dello spettacolo e del cinema/Film at audiovisual studies all’Università degli Studi di Udine. Tra un film e una serie tv, un festival e un’immancabile tazza di caffè, spera che tutto questo possa diventare più di una semplice passione. In fondo, “se puoi sognarlo puoi farlo”, diceva Walt Disney.
- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -