Extant 1×11 recensione dell’episodio con Halle Berry

365

Extant-logo

Il dottor Mason (Owain Yeoman) ritrova Molly (Halle Berry), e così i due si mettono in contatto con Yasumoto (Hiroyuki Sanada), che nel frattempo sta tenendo in ostaggio la famiglia di Molly. Molly raggiunge Sparks (Michael O’Neill), abbandonato da Anya (Jeannetta Arnette) e dall’offspring. La donna gli offre quindi uno scambio: cedere Sparks e la creatura in cambio della propria famiglia. Yasumoto si rece all’appuntamento con John Woods (Goran Visnjic), ma una volta arrivato sul posto viene catturato da Gordon Kern (Maury Sterling). Yasumoto quindi racconta a Molly della malattia e del perché sia interessato all’offspring. Odin (Charlie Bewley) cerca intanto di entrare nel sistema operativo del piccolo Ethan (Pierce Gagnon).

Extant 1x11Giunti ormai quasi alla fine di questa prima stagione, Extant inizia a far venire i nodi di un intreccio piuttosto complesso e con numerosi punti oscuri, al pettine. Questo terzultimo episodio si presenta come piuttosto debole, mostrando lacune e aspetti poco convincenti. Dovrebbe essere infatti il momento della resa dei conti tra Molly e i due antagonisti: Alan Sparks, messo di fronte alla responsabilità delle proprie azioni, e Yasumoto, che fornisce in questo episodio la spiegazione del suo interesse nel confronto della progenie. Come era già stato fatto notare infatti, a questo punto della serie tutte le diverse storyline dovrebbero iniziare a convergere verso un unico punto. Invece ci troviamo di fronte ad un’entità aliena che inganna le persone mostrando loro altre persone già morte, e queste che si fanno prima ingannare con fin troppa facilità, per poi rendersi conto con estrema superficialità di essere cadute in trappola, restando comunque dalla parte sbagliata. In particolar modo chi si rende ridicolo in questo episodio è Sparks, che da essere completamente rapito dalla creatura passa prima dal lato dei buoni, per poi tornare con l’essere. Il tutto in una sola puntata. Resta inoltre da stabilire la connessione tra Yasumoto e tra quello che è accaduto a Molly.

Extant 1x11-3Passiamo poi al personaggio di Odin, un personaggio oscuro e misterioso, come oscuro e misterioso resta il motivo per il quale è stato introdotto all’interno della serie. Stiamo parlando di un personaggio di una banalità sconvolgente, che senza destare il minimo sospetto riesce a depositare all’interno del corpo robotico di Ethan un dispositivo estraneo. L’episodio soffre di un calo di ritmo rispetto agli episodi precedenti, giustificato dal fatto che il suo scopo è quello di preparare agli ultimi colpi di scena di una serie ancora in attesa di un rinnovo.

Pur avendo difeso Extant facendo correre riguardo ai vari problemi che ne erano emersi, a questo punto questa undicesima puntata fa crollare tutte le speranze. Si tratta di un episodio banale, che fa emergere tutte le lacune che avevano minato la serie fin dall’inizio. Il timore è infatti che venga risolto tutto in modo frettoloso e poco sensato nell’ultima puntata.