Fargo 2: il male verrà da più direzioni

-

La prima stagione di Fargo è riuscita nell’impossibile, ossia scrollarsi l’etichetta di adattamento di un film cult rimpiazzandola con l’immagine di una nuova serie con uno stile amato e coinvolgente, riuscendo così a ricavarsi una sua  completa autonomia e un suo futuro. Ora lo show della FX ha un compito altrettanto arduo: evitare il crollo che serie quali True Detective hanno avuto con la nuova stagione e riconfermare le altisonanti aspettative che ha il pubblico.

- Pubblicità -
 

Fargo2-6Noah Hawley, creatore della serie, in fase di scrittura e di ripresa ha parlato delle novità di Fargo 2. Difatti sappiamo che la storia sarà ambientata nel 1979 – quindi in un’epoca antecedente a quella della prima stagione  –  il cui collegamento narrativo è rappresentato da Lou Solverson (il padre di Molly). In Fargo 2 il giovane poliziotto sarà interpretato da Patrick Wilson che ripercorrerà le tracce del famoso caso di Sioux Falls che in seguito, ad una serie di eventi ignoti, lo ha portato ad essere il gestore della tavola calda. Nella storia sarà presente anche suo partner, nonché sceriffo di Rock Count, Hank Larsson interpretato da Ted Danson. Nella storyline troveremo però anche altre storie, queste interpretate da Kristen Dunst che sarà l’estetista Peggy Blomquist e Jesse Piemons sarà suo marito, che rappresenteranno una giovane coppia che si troverà immischiata nelle faide del Midwest. Fargo2-4Contemporaneamente Jean Smart sarà una delle matriarche del clan coinvolta nello caso di Sioux Falls e Kieran Culkin interpreterà Rye, il figlio più giovane.
Hawley ha dichiarato che non voleva imitare la struttura della prima stagione in cui Lorne Malvo è un sicario che minaccia i vari abitanti del Minnesota e perciò in questa stagione il male verrà da più direzioni, da qui spiegato il grande cast che comprende anche Nick Offerman, nel ruolo dell’avvocato della città, e Bruce Campbell che interpreterà Ronald Reagan.

Fargo2-9Fargo 2 avrà una durata di 10 episodi e Hawley ha osservato che il fattore temporale ha fortemente influenzato l’aspetto e i temi di questa stagione. “Gli anni ’70 furono un periodo post-Watergate dopo il Vietnam  in cui la narrativa americana è diventa complicata. La cospirazione si  è portata via tutto dal principio e nessuno sapeva se potevamo uscire da questo pasticcio. Poi è arrivato Reagan e lui ha detto: ‘Non è così complicato. Siamo americani’ e il paese è cambiato in modo drammatico dagli anni ’70 agli anni ’80 ” ha detto Hawley. “Non avevano un particolare punto di vista r domande tipo ‘È un buon cambiamento?’ Non c’era un’idea politica c’è solo la realtà di ciò che è accaduto al paese. Così ho pensato che fosse interessante avere quell’elemento nello show” ma oltre la situazione politica vedremo anche quella economica ” la morte dell’azienda a gestione familiare e l’ascesa delle corporazioni americane (…) è una storia molto più grande, una specie di poema epico americano” ha continuato lo sceneggiatore statunitense.

Fargo2-10Eppure alcuni dei protagonisti di Fargo 2 tra cui Kirsten Dunst, Ted Danson e Jeffrey Donovan sono stati tra i pochissimi ad aver dichiarato di non aver visto l’adattamento televisivo fino a quando non sono stati ingaggiati nella seconda stagione.
I film dei fratelli Coen è “un po’ sacro” ha commento Donovan “E io non sapevo chi il produttore esecutivo, Noah Hawley, fosse. Tutto quello che ho sentito è stato il plauso riguardo a questo show. Ma poi finalmente mi sono seduto a guardarlo e come tutti  sono rimasto senza parole. ” Non meno incisiva è stata la reazione dei figli di Donovan che gli hanno dato “dell’ idiota” per non aver visto gli episodi.

Invece la Dunst ha dichiarato di essere stata avvantaggiata, la famiglia possiede ancora una fattoria a Cambridge, Minnesota. Fargo2-7Metà del mio background nasce da quelle persone” ha detto la Dunst. “Mia nonna, che non è più con noi, ha vissuto con noi per sempre – è nata e cresciuta in Minnesota. È stato molto familiare per me entrare in quell’accento e quello stile da luterana”
Invece Danson ha dovuto fare un sacco di preparazione fisica e per aggiunta “Ho dovuto far crescere la barba” ed ha aggiunto “Letteralmente. Per tanto tempo nella mia carriera, sono stato così pettinato e impomatato con questo e quello che mi è sembrato strano non spendere un secondo al trucco!”.

Ma ogni attenzione è riservata al personaggio di Wilson, Lou Solverson, è una versione più giovane del poliziotto in pensione interpretato da Keith Carradine nella prima stagione di Fargo. Fargo2-1è solo un bravo ragazzo” ha detto Hawley di Solverson. “C’è molto decoro per l’uomo e il personaggio, non si vanta e non ha intenzione di lamentarsi cerca di fare le cose sempre al meglio. Lo abbiamo gravato con una moglie che ha il cancro, una figlia di 6 anni e questa esperienza in Vietnam. Ma non lo sentirete mai lamentarsi al riguardo “.
Mentre parlando di Reagan, Campbell Hawley ha affermato anche la naturalezza con cui ha interpretato il 40° presidente “Bruce ovviamente ha fatto un sacco di lavoro con i fratelli Coen ed è cresciuto nel Michigan” ha detto Hawley. “Quando ho parlato con Bruce, abbiamo avuto una lunga conversazione su di lui del suo accento, del suo manierismo e penso che abbia fatto un ottimo lavoro.”

Queste sono le premesse per Fargo 2 che nella scorsa stagione ha conquistato ben diciotto nomination agli Emmy Award e uno smisurato successo internazionale, le premesse su carta sono eccelse, ma d’altronde lo erano anche per True Detective…non resta che attendere il debutto del 12 Ottobre su FX.

https://www.youtube.com/watch?v=GJrdS18YqCY

 

 

 

 

- Pubblicità -
Stefania Buccinnà
Sono un appassionata di Cinema e Serie televisive americane, motivo per cui mi sono iscritta all'università e mi sono laureata in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Digitale presso l'università La Sapienza in Roma dove ho conseguito anche un Master di Primo Livello in Montaggio Video e Audio. Amo costruire strutture per immagini e scrivo per piacere, pensando che le due cose sono molto simili ma con grammatiche diverse. In fondo per me, scrivere una frase è come mettere insieme una scena.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -