- Pubblicità -

Fringe stagione 1, Anno: 2008. Ideatore: J.J. Abrams, Alex Kurtzman, Roberto Orci Produttore: Bad Robot Productions, Warner Bros. Television

Cast: Anna Torv, Josgua Jackson, John Noble, Kirk Acevedo, Lance Reddick, Jasika Nicole, Blair brown, Seth Gabel, Mark Valley.

JJ Abrams non è un semplice produttore, è un marchio di fabbrica. Per i fan è garanzia di un certo tipo di prodotto e della sua qualità.

Fringe sembra mescolare le tematiche di due prodotti di qualitâ partoriti da Abrams; la nuova serie presenta i toni politico-investigativo di Alias e le tematiche della fringe science che il produttore ha gia affrontato nella serie precedente Lost. Il nuovo progetto è stato pensato per essere piú facile da seguire, si sarebbe dovuto aprire a un pubblico piú ampio ma, per assurdo, Lost con la sua struttura piú complessa e chiusa é riuscita a conquistare un audience piú ampia rispetto a Fringe che, dalla seconda serie, ha dei problemi a conquistare il grande pubblico. La prima stagione é un insieme di episodi che presentano uno schema comune che si ripete. È una serie investiativa alla X files, il team di invetigatori si occupa di risolvere gli enigmi che si ritrovano facendo capo a Walter Bishop lo scienziato pazzo, cuore pulsante della squadra.

Fringe stagione 1JJ Abrams non si fa mancare nulla e tutti i temi a lui più cari li ritroviamo anche nel nuovo prodotto (il rapporto conflittuale padre-figlio che sono comparsi sia in Alias che in Lost, l’interesse per le pseudoscienze e per le teorie di confine, gli intrighi politici, storie d’amore tormentate ai limiti dell’impossibile).

Fringe stagione 1 – recensione

La prima stagione è stata trasmessa dal 9 settembre 2008 al 12 maggio 2009 negli Stati Uniti, dall’emittente Fox, in Italia è stata trasmessa su Steel nella seconda metà del 2009 e in chiaro da Italia 1 dal 9 marzo al 6 aprile 2010. Sebbene gli ascolti siano stati buoni, Fringe non ha avuto gli stessi picchi ottenuti dalle precedenti serie di Abrams.

L’agente dell’FBI Olivia Dunham (Anna Torv) si ritrova a investigare su una serie di casi a dir poco bizzarri, il suo superiore Philip Broyles (Lance Reddick) la esorta a formare una divisione (nome in codice Fringe) per arrivare a capo degli eventi che si stanno verificando. La Dunham coinvolge nella divisione l’agente speciale Astrid Farnsworth (Jasika Nicole), lo scienziato Walter Bishop (John Noble) e suo figlio Peter (Joshua Jackson). La divisione si rivolge sempre più spesso alla Massive Dynamic, azienda multimilionaria fondata da William Bell, amico e compagno di università di Walter Bishop. Il volto di Bell viene rivelato solo nella finale season, ed è quello inconfondibile di Leonard Nimoy. Ad aiutare la divisione ci sono anche Nina Sharp (Blair Brown), fedele braccio destro di William Bell, e Charles Francis (Kirk Acevedo), partner dell’agente Dunham.

Dopo un crescente di tensioni e di domande, il finale della prima stagione è come un pugno ben assestato, veloce e inaspettato, lascia gli spettatori con due esigenze: sapere cosa accadrà dopo e saperlo il prima possibile.

- Pubblicità -