In questo secondo di New Girl, prima di tutto facciamo la conoscenza di un nuovo personaggio, Winston. Winston è  uno dei coinquilini più “anziani”, è un giocatore di Basket professionista ed è stato due anni all’estro giocando in una squadra della Lettonia. Sin da subito veniamo a sapere che Schmidt si sente decisamente in competizione con lui, perché quando Winston è andato via Schmidt era ancora un ragazzo grassoccio e sfigato. Ora ha intenzione di dimostrare all’amico quanto le cose siano cambiate e come lui sia divenuto il “leader” dell’appartamento.

Da questo momento si sviluppano, in parallelo, due situazioni incentrate sulle insicurezze ed i conflitti di Jess e Schmidt. Jess deve recuperare le sue cose dall’ex fidanzato ma non ha il coraggio di richiamarlo: è ancora molto coinvolta e succube del “fascino” di Spencer. Come le spiega Nick, Spencer è come se fosse la sua kriptonite e l’unico modo per vincere la sua dipendenza è affrontarlo a muso duro.

Dopo che la ragazza distrugge per sbaglio il televisore di Nick , i tre coinquilini la spronano con decisione a andare a recuperare i suoi oggetti, tra i quali c’è anche un televisore. Jess chiede loro di accompagnarla e poiché è l’unico modo per riavere una Tv in casa, i tre ragazzi accettano.

Contemporaneamente la competizione tra Winston e Schmidt si concretizza nella “lotta “ per il possesso della stanza più grande dell’appartamento; Schmidt se ne è appropriato in seguito all’assenza di Winston, e quest’ultimo sa bene che una delle debolezze dell’amico consiste nel bisogno spasmodico di affermarsi sugli altri.

Per questo cerca di convincerlo tramite una tattica di psicologia inversa, che un vero Leader non ha bisogno di una stanza più grande e cha anzi, è proprio la stanza piccola quella del “ Capobranco”.

Intanto il gruppo, a cui si è unita anche Cece, parte alla volta della casa di Spencer.

Dopo innumerevoli giri dell’isolato, finalmente Jess decide di passare all’azione.

Lì per lì Spencer riesce ad intenerirla ma poi, notando che l’uomo non ha innaffiato le piante della casa in cui un tempo vivevano insieme, la ragazza, in preda ad una sorta di  raptus, entra in casa e ne esce carica di tutti i suoi oggetti.

In questo modo rompe definitivamente il “cerchio magico” che la teneva ancora legata all’ex ( e purtroppo anche il televisore che le cade dalle braccia durante la discussione con Spencer ).

Alla fine dell’episodio Winston è riuscito nel suo intento e l’appartamento ha di nuovo un televisore, sebbene non del tutto integro.