Glee seconda stagione – recensione

    432

    La seconda stagione di Glee vede i ragazzi affrontare i problemi di sempre; la convinzione che, la partecipazione alle regionali, li avrebbe fatti salire di livello nella scala sociale scolastica s’infrange dolorosamente contro i continui atti di bullismo a loro discapito.

    Murphy decide di approfondire l’aspetto narrativo della serie, i personaggi crescono, si sviluppano e a molti caratteri sullo sfondo viene concessa la possibilità di risaltare; alcuni spunti narrativi, accennati nella prima tranche di episodi, sono ripresi e approfonditi, creando una maggiore varietà di intrecci. Le tematiche accennate nella prima stagione vengono affrontate di petto, il tasso di drammaticità e teatralità, già abbastanza alto nel corso della prima stagione, si alza ancora di più; il talento di Murphy consiste proprio nel contenere questi elementi in modo da non rovinare la visione al telespettatore.

    Con la seconda stagione nuovi personaggi arrivano al glee club e al McKinley, nuovi artisti concedono i diritti per l’utilizzo dei loro brani.

    Una delle puntate più interessanti è quella dedicata alla popstar Britney Spears. In sogni molto vividi, alcuni componenti del glee club interpretano brani della Spears riuscendo ad acquisire maggiore sicurezza.

    Altro episodio molto bello è quello dedicato alla celebrazione delle diversità che, come titolo, reca la canzone di Lady Gaga, Born this way; cantandola tutti i membri del club vestono delle maglie bianche con delle scritte nere, rivelando con umorismo e simpatia i propri difetti.

    L’amore e i rapporti personali, quindi, diventano co-protagonisti insieme alle canzoni. Il filone più affrontato nela seconda stagione è quello dell’accettazione, sono molti gli episodi che hanno per protagonista tale tematica. Ai ragazzi viene chiesto di lasciarsi andare alla loro vera natura, mettendo da parte le paure che li costringono a mascherarsi.

    La nuova stagione va in onda negli U.S.A. dal 21 Settembre 2010 al  24 Maggio 20119, in Italia la trasmissione avviene nei primi sei mesi del 2011; a confermare il clamoroso successo intervengono numeroso nominations e vittorie di premi come Satellite Awards, Golden Globes, Emmy e tanti altri ancora.