Non poteva andare diversamente. Alla sua 23esima edizione, il GLAAD Award è stato attribuito ieri sera a San Francisco a Grey’s Anatomy, la serie tv di successo creata da Shonda Rymes. 

La premiazione viene annualmente conferita alle produzioni televisive che meglio hanno saputo rappresentare tematiche vicine alla Gay and Lesbian Alliance Against Diffamation (l’Alleanza Contro la Diffamazione di Gay e Lesbiche): prevedibile allora la vittoria della serie marchiata ABC, anzitutto per l’introduzione della coppia lesbica Callie-Arizona (rispettivamente intepretate da Sara Ramirez e Jessica Capshaw). Il loro rapporto è infatti diventato un elemento fisso dello show, giungendo al culmine con la celebrazione ufficiale del matrimonio tra le due giovani donne.

Accanto al premio per la miglior serie drama, la Rymes ha inoltre ricevuto e ritirato il Golden Gate Award.

Articolo precedenteScream arriva su Mtv
Articolo successivoMads Mikkelsen è il nuovo Hannibal Lecter!
Laureata alla specialistica Dams di RomaTre in "Studi storici, critici e teorici sul cinema e gli audiovisivi", ho frequentato il Master di giornalismo della Fondazione Internazionale Lelio Basso. Successivamente, ho svolto uno stage presso la redazione del quotidiano "Il Riformista" (con il quale collaboro saltuariamente), nel settore cultura e spettacolo. Scrivere è la mia passione, oltre al cinema, mi interesso soprattutto di letteratura, teatro e musica, di cui scrivo anche attraverso il mio blog:  www.proveculturali.wordpress.com. Alcuni dei miei film preferiti: "Hollywood party", "Schindler's list", "Non ci resta che piangere", "Il Postino", "Cyrano de Bergerac", "Amadeus"...ma l'elenco potrebbe andare avanti ancora per molto!