House of Cards 2×02 recensione dell’episodio con Kevin Spacey

House_of_Cards titoli

Nella seconda puntata di House of Cards ritroviamo qualche personaggio passato che avvalora il continuum narrativo tra le due stagioni ed assistiamo al cambiamento nella vita di Frank, in qualità di nuovo vicepresidente degli Stati Uniti d’America. Intanto, la morte di Zoe perseguita Lucas spinto dal dolore che lo porta a cercare giustizia e vendetta, questo conflitto intralcia anche Jackie per la sua nomina a capogruppo del Congresso e Claire che vede tornare un dolore dal passato che non ha ricevuto né giustizia né vendetta, restando così in sospeso, pronto a tormentarla.

- Pubblicità -

House of Cards 1x02

Chapter 15 mostra ancora una volta l’efficacia e la forza di una sceneggiatura ponderata nei temi che vuole sviscerare la contemporaneità del potere politico e al contempo intrecciare, nei personaggi che mostra, strategie moderne corrotte che il burattinaio per eccellenza, Frank Underwood (Kevin Spacey), riconosce, controlla e riutilizza a suo piacimento. In questa puntata ritroviamo Raymond Tusk (Gerald McRaney) milionario vicino al Presidente Walker (Michel Gill) che cerca di influenzare il suo ruolo di “consigliere” per spingerlo ad accettare determinate politiche internazionali. Il milionario cerca di manipolarlo mentre Frank fa leva su questa strategia per cambiare le regole da lui imposte e tenta di rescindere il cordone ombelicale che li lega. Nel mentre le sua nuova pupilla Jakie (Molly Parker), mostra “il potenziale” che il vicepresidente ha visto, molto rapidamente taglierà i rapporti e calpesterà i sentimenti di chi l’ha cresciuta come una figlia.
Chi si estranea dal palazzo del potere è Lucas (Sebastian Arcelus), sofferente per la morte di Zoe (Kate Mara) cerca di ottenere consenso prima da un suo amico poliziotto, per procedere a un capo d’accusa, ed inseguito dal suo ex direttore Tom (Boris McGiver) per screditare ufficialmente il vicepresidente. Non trovando riscontro nei “vecchi metodi” cercherà nel web, quello degli hacker a cui attinse in passato anche Russo, la via per conquistare la sua vendetta. Chi ha introdotto un interessante novità narrativa è Claire, McGill porterà in superficie i ricordi di uno stupro e una sofferenza a cui la lady di ferro attribuisce “la terza persona” per evitare che le faccia ancora male.

House of Cards 1x02-2

La seconda puntata della serie, mostra la bellezza della regia di Carl Franklin, con inquadrature che giocano con la luce e i fuochi, nonché gli improvvisi cambi di prospettiva non appena il protagonista “si rivolge al pubblico”. Il ritmo cede un po’ per concludere i cambiamenti introdotti dalla prima puntata e dare spazio agli attori, magnifici ed intensi.
Il finale lascia allo spettatore quella leggera impazienza di conoscere quali segreti potrà carpire sul web Lucas e se questi desteranno il sogno d’ambizione di Frank, per la prima volta ignaro su chi stia tramando alle sue spalle.

RASSEGNA PANORAMICA

Stefania Buccinnà
Stefania Buccinnà
Sono un appassionata di Cinema e Serie televisive americane, motivo per cui mi sono iscritta all'università e mi sono laureata in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Digitale presso l'università La Sapienza in Roma dove ho conseguito anche un Master di Primo Livello in Montaggio Video e Audio. Amo costruire strutture per immagini e scrivo per piacere, pensando che le due cose sono molto simili ma con grammatiche diverse. In fondo per me, scrivere una frase è come mettere insieme una scena.
- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -