Odore di crisi nella produzione di House fo Cards, l’acclamata serie televisiva prodotta da Netflix. Infatti, l’attrice Robin Wright che interpreta Claire Underwood si è lasciata andare a dichiarazioni moto interessanti riguardo al suo stipendi e ha ammesso di aver richiesto lo stesso ingaggio del suo collega Kevin Spacey per il suo ruolo nella popolare serie di Netflix.

 

Secondo Huffington Post (via EW) l’attrice durante la sua partecipazione all’evento Rockefeller Foundation ha tirato fuori il problema dell’inadeguato pagamento che vi è tra uomini e donne. Riguardo House of Cards l’attrice ha detto: “Voglio essere pagata quanto viene pagato Kevin”. Ma ha anche elogiato lo show: “Ci sono veramente pochi film e serie televisive dove il maschio, il patriarcato e il matriarcato sono sullo stesso livello. E sicuramente questo avviene in House of Cards.”

[nggallery id=292]

House of Cards – Gli intrighi del potere (House of Cards) è una serie televisiva statunitense, concepita e prodotta da Beau Willimon e distribuita dal 2013 attraverso il servizio streaming on demand Netflix.

È un adattamento dell’omonima miniserie televisiva prodotta dalla BBC, a sua volta basata sull’omonimo romanzo di Michael Dobbs. Ambientata nell’odierna Washington D.C., segue le vicende di Frank Underwood (Kevin Spacey), un Democratico eletto nel quinto distretto congressuale della Carolina del Sud e capogruppo di maggioranza (Majority Whip) della Camera che, dopo essersi visto sottratto il posto daSegretario di Stato che il neopresidente gli aveva promesso, inizia un giro di intrighi per giungere ai vertici del potere americano. La sua fedele (non in tutti i sensi) moglie, Claire Underwood (Robin Wright), lo aiuta nel suo piano.

Al suo debutto ha riscontrato successo di critica e pubblico. Per la sua prima stagione, House of Cards ha ricevuto 9 Primetime Emmy Award nomination, diventando la prima serie TV distribuita online a ricevere tante nomination. Tra le categorie in cui è stata nominata, miglior serie drammatica, miglior attore protagonista in una serie drammatica per Kevin Spacey, miglior attrice protagonista in una serie drammatica perRobin Wright, e miglior regia in una serie drammatica per David Fincher. La serie ha inoltre ricevuto 4 nomination ai Golden Globe e Robin Wright ne ha vinto uno nella categoria per la miglior attrice. Per la sua seconda stagione la serie ha ricevuto 13 nuove nomination agli Emmy Award.

via EW