La Ruota del Tempo serie tv 2021

La Ruota del Tempo è l’annunciata nuova serie tv Amazon Studios scritto da Rafe Judkins e adattamento della serie di libri fantasy di Robert Jordan. Uta Briesewitz si occuperà della regia dei primi due episodi. Oltre ad essere la protagonista, l’attrice Rosamund Pike farà parte del team dei produttori in collaborazione con Larry Mondragon, Rick Selvage, Ted Field, Mike Weber, Darren Lemke, Marigo Kehoe e Briesewitz.

La Ruota del Tempo: quando esce e dove vederla in streaming

L’attesissima serie dovrebbe debuttare nel corso del 2021, ma la produzione potrebbe aver subito rallentamenti a causa dell’emergenza della PANDEMIA. La Ruota del Tempo in streaming sarà disponibile su Prime Video.

La Ruota del Tempo: la trama e il cast

La serie  è ambientato in un mondo epico in cui la magia esiste e solo alcune donne possono accedervi. Protagonista è Moiraine (Rosamund Pike) membro di una potente organizzazione tutta al femminile chiamata Aes Sedai, che arriva nella cittadina di Two Rivers, dove intraprende un viaggio pericoloso insieme a cinque ragazzi e ragazze, tra cui è convinta ci sia la nuova reincarnazione del Drago, destinato a salvare o distruggere l’umanità.

Protagonisti della serie sono Rosamund Pike nei panni Moiraine, Daniel Henney nel ruolo di Lan Mandragoran, Zoe Robins nel ruolo di Nynaeve al’Meara. Josha Stradowski nel ruolo Rand Al’Thor, Marcus Rutherford nel ruolo di Perrin Aybara.  Barney Harris nei panni di Mat Cauthon, Madeleine Madden nel ruolo di Egwene Al’Vere, Michael McElhatton nella parte di Tam Al’Thor, Alvaro Morte nei panni di Logain Ablar, Hammed Animashaun nei panni di l’Ogier Loial, Alexandre Willaume nel ruolo di Thom Merrilin, Johann Myers in quello di Padan Fain.  Tra gli ultimi ingressi nel cast ci sono stati Priyanka Bose come l’Aes Sedai Alanna Mosvani, Taylor Napier nella parte di Maksim ed Emmanuel Imani  in quella di Ihvon.

Dal set

Alcuni scatti dal set ci lasciano intravedere le atmosfere che avrà la serie tv:

La Ruota del Tempo: il libro

Al centro delle premesse  del libro c’è il racconto del Creatore forgiò la Ruota del Tempo, che intesse il Disegno delle Ere utilizzando le vite degli uomini come suoi fili. La Ruota ha sette raggi, ognuno dei quali rappresenta un’epoca, e la ruota viene fatta girare dall’Unico Potere o la Vera Fonte, la forza motrice dell’Universo. L’Unico Potere si divide in due metà, una maschile e una femminile, saidin e saidar, che operano in opposizione una con l’altra e all’unisono per far girare la Ruota; usare questo potere viene detto incanalare.

Nel romanzo il Creatore imprigionò Shai’tan (noto anche come l’Oscuro o il Tenebroso), una entità potente, malvagia, nata assieme alla creazione, per tenerlo lontano dalla Ruota. Ma con il ruotare delle ere, il Tenebroso trovò il modo per interferire con il mondo tramite la sua azione diretta o le macchinazioni di persone magari inconsapevoli o dall’aspetto insospettabile; così Shai’tan più volte ha tentato di conquistare il mondo, di influenzare la Ruota stessa o addirittura di spezzare il suo continuo ciclo. Per contrastare questa minaccia, la Ruota provocò perciò la nascita periodica del cosiddetto Drago, campione della Luce, fortissimo ta’veren e incanalatore di immensa potenza.

A causa della natura ciclica della Ruota del Tempo, non ci può essere una vittoria definitiva per le forze della Luce o della Tenebra, questa guerra infatti è stata combattuta innumerevoli volte dal tempo della Creazione. Il Drago sconfiggerà Shai’tan e lo sigillerà di nuovo fuori dal mondo, finché la Ruota non girerà per millenni, richiedendo la sua rinascita per contrastare una rinnovata minaccia. Perciò l’unica vera possibilità di vittoria che resta a Shai’tan è quella di riuscire a rompere il ciclo della Ruota, provocando l’annichilimento dell’universo.

Curiosità sulla saga

  • I volumi dall’ottavo al quattordicesimo hanno tutti raggiunto la prima posizione nella New York Times bestseller list, mentre molti dei libri precedenti della serie erano comparsi in posizioni più basse della classifica.
  • La serie ha generato diversi adattamenti ludici, incluso un Videogioco – uscito anche in Italia – pubblicato da Atari per PC, e un Gioco di ruolo, pubblicato nel 2001 da Wizards of the Coast
  • Robert Jordan aveva ripetutamente affermato che la saga principale si sarebbe dovuta concludere con il dodicesimo libro
  • La band tedesca Blind Guardian ha più volte proposto canzoni prendendo spunto da alcuni passi della serie, come l’emblematica canzone Wheel of Time contenuta nell’album At the Edge of Time del 2010.
  • Gli Universal Studios hanno opzionato i diritti del primo romanzo per trarne un film in futuro. Amazon successivamente acquista i diritti per creare una serie TV basata sui romanzi