masters-of-sex-logo

 

Fight il terzo episodio di Masters of sex conferma l’eccellente penna di Michelle Ashford nel descrivere le sfumature umane, in particolare quelle dell’amore impossibile, ingannato da una serie di etichette e consumato da scelte sbagliate.

Masters of Sex 2x03Ogni episodio di questa stagione ci ha mostrato un angolo dell’albergo, nella hall dove tutto è iniziato, poi la reception, l’ascensore e la porta della stanza, ma mai lo sguardo dello spettatore si è addentrato nella stanza dove Il Dr Holden (Michael Sheen) e signora (Lizzy Caplan) trascorrevano la notte. Stanza “giustificata” da un complesso gioco di ruolo, in cui molto spesso la maschera che i due scienziati usano per mostrare il loro vero volto viene tradita prima dai loro sguardi e poi dai loro gesti, che ogni volta ammettono l’inevitabile resa l’uno all’altra. Da sfondo in questo turbinio di emozioni un combattimento di pugilato, quello storico tra Durelle e Moore che oltre a sottolineare il periodo della serie ci fornisce un semplice parallelismo con i due protagonisti. Si perché da una parte abbiamo il giovane contendente mentre dall’altra parte il vecchio campione e se il primo è noto per la sua freschezza e la sua indole aggressiva il secondo è un eccellete incassatore, che nei momenti più inaspettati riesce a rompere le difese del suo avversario.

Masters of Sex 2x03-2Ma limitarsi a questo è fin troppo facile perciò la Ashford ci delizia con un meraviglioso incipit di Virginia nel ruolo di madre, mentre Bill, da sotto il camice, urla ad un padre autoritario le parole che il bimbo appena nato non può rivendicare. Perciò il classico scontro “padre-figlio” oltre a diventare l’altro tema che coinvolge i due “coniugi” è un mezzo per conoscere la storia di Bill, sempre accennata, intuita da alcuni passaggi con Estabrooks ma mai veramente vissuta e che attraverso le domande di Virginia accompagna lo spettatore alla scoperta del personaggio.
Temi che sono ben “vestiti” nelle numerose sequenze passionali, accese da un mai volgare erotismo ed intrise di desiderio da parte di entrambi, che non tralasciano neanche le accortezze di Bill e la praticità cautelativa di Virginia, che tra un asciugamano e un bicchiere di vino si mettono a nudo più di quanto i loro corpi possono fare.

Masters of Sex 2x03-3Il risultato è un episodio completo, con gli attori in stato di grazia che respirano i tempi di una sceneggiatura perfetta, ponderata nei dialoghi che non lascia nessun sottinteso al caso, valorizzata da precise inquadrature che seppur costrette in un ambiente stretto hanno saputo fornire quel giusto spazio per farlo diventare “il mondo degli Holden” quello in cui “la principessa a volte salva il principe” e in cui “il cuore va messo in una cassaforte”. Una puntata che per il montaggio diventa una sospensione temporale che viene richiamata alla realtà nei vari vagiti a stacco scena o con delle ellissi sul match che accendono la storyline e forniscono le inevitabili domande che Bill pone e su cui Virgina tergiversa per sapere “come va a finire”.