masters-of-sex-logo

Il quarto episodio di Masters of Sex si allontana dai temi passionali per raccontare i compromessi e le bugie che prendono vita tra i personaggi dello show, usando come cornice le inquietudini dei due “amanti” Bill e Virginia.

masters of sex 2x04 (2)Dirty Jobs si concentra sui contratti sociali che i protagonisti intraprendono per perseguire i loro scopi, questo da modo di riprendere storie che nelle precedenti puntate erano state accennate lievemente per essere approfondite in una puntata a tema che fa da contenitore per gli attriti narrativi che ci fornisce la sceneggiatura di Steven Leverson. La puntata si snoda sugli incontri e le rivelazioni che Austin (Teddy Sears) farà a diversi personaggi della serie e che inevitabilmente incideranno sul trio composto da Virginia (Lizzy Caplan), Bill (Michael Sheen) e Libby (Caitlin Fitzgerald). In Virginia troviamo una forte insofferenza nata dalla sempre più opprimente etichetta di amante che la insegue persino durante il sonno notturno e che ormai teme sia soltanto un punto della sua vita e non un mezzo per placare la sua “ambizione”. Teoria che trova conferma sia nei continui rifiuti di Bill per entrare nel nuovo ospedale e di conseguenza nella sua ricerca, sia nello studio della Dr DePaul (Wendi McLendon-Covey) che a sua insaputa la estromette creando in lei un risentimento tale che la porta a pensare ad una nuova strategia. Dall’altra parte troviamo Bill, questa volta contestualizzato nella sua sfera medica, il dottore si trova in conflitto con il ruolo di subordinato, cosa che quando lavorava per Burton non era mai accaduta, e che di conseguenza non gli permette di “esprimersi” nel contesto giusto. Difatti i continui divieti e gli atteggiamenti inopportuni di Greathouse (Danny Huston) nei confronti dello suo studio, creeranno quella giusta tensione che sfocerà inevitabilmente nella consueta rabbia che egli mostra per difendere i suoi pazienti e le sue idee. masters of sex 2x04Infine troviamo anche Libby, insoddisfatta per come è cambiato il suo matrimonio, di cui cercherà continue spiegazioni nei libri e nel infliggere piccole ma sostanziali umiliazioni nei confronti della nuova tata Coral (Kake Palmer). Collateralmente abbiamo anche la storia di Betty (Annaleigh Ashford) e suo marito, che meglio chiariscono il concetto della puntata, ossia, come i protagonisti di questa serie si sono resi o sono ancora soggetti a qualche scorciatoia per raggiungere i propri interessi.

Il quarto episodio non spicca per dramma poiché lascia più spazio agli sviluppi della storia, difatti vengono tralasciate le emozioni per raccontare i personaggi; numerose sono le sequenze che oltre a portare avanti la narrazione introducono evidenti riflessioni all’interno della sequenza che porteranno i protagonisti a sostanziali scelte, la più indolore di tutte viene riservata per il colpo di scena finale che coinvolge Bill, e lo spettatore, e che inevitabilmente sottolinea nuovamente il carattere tematico della puntata.