masters-of-sex-logo

Il quinto episodio di Masters of Sex continua a seguire il tema della puntata precedente, le insofferenze di Virginia nell’essere un’amante, il “razzismo” di Libby nei confronti di Coral e i problemi lavorativi di Bill.

Masters of Sex 2x05Giants titolo dell’episodio dimostra come stiano diventando enormi i problemi dei tre protagonisti principali, afflitti da insicurezze e dubbi che generano solo una grande tensione che reciprocamente avvertono l’una nei confronti dell’altro. Le sostanziali novità dell’episodio ci vengono fornite dalle scene di Virginia (Lizzy Caplan) con la Dr DePaul (Wendi McLendon-Covey), legate dal principio da un senso “pionieristico” nel ruolo della donna nell’ambito della medicina e della ricerca, ma che inevitabilmente, per cultura, carattere e situazioni personali le ha sempre messe su due fronti opposti, come sono le loro scrivanie nell’ufficio nella stessa stanza ma a pochi metri di distanza in cui nel mezzo ci passa un mondo intero. Il cancro della dottoressa si aggrava sempre più e le due si scontrano sul mondo in cui Virginia “tiene il posto affianco a Bill”, la DePaul, da donna e dottoressa, non accetta la sua condotta ma ha bisogno più dell’amica che di discussioni morali per cui entrambe accantonano l’accaduto in maniera semplice e responsabile.L’altra novità è lo spazio che viene lasciato a Betty (Annaleigh Ashford) e alla sua vicenda familiare, il ritorno della sua amante, Helen (Sarah Silverman) getterà numerosi dubbi sul matrimonio della signora Moretti e su ciò che desidera nella vita.
Masters of Sex 2x05 (2)Il resto della puntata si concentra sull’altro “gigante”, il problema razziale. Bill (Michael Sheen) lavorando in uno ospedale per persone di colore, deve fare i conti con i suoi prestigiosi pazienti che non hanno intenzione di frequentare quel posto e dall’altra parte gli altri si sentono minacciati dalle pretese del dottore. Il problema assume un altro punto importante in casa Masters, Libby (Caitlin Fitzgerald) continua i suoi atteggiamenti da aristocratica che bacchetta Coral (Kake Palmer) su ogni cosa, sensazioni che la tata porta a casa e che confessa al suo compagno che senza mezzi termini va a minacciare la padrona di casa. Seppur la tensione sia palpabile le due continuano a bacchettarsi, la prima sminuendo il lavoro della domestica, la seconda sottolineando la “fredda” vita matrimoniale della signora.

La quinta puntata è il primo vero freno della stagione, siamo davanti ad un episodio che sottolinea “gli elefanti nella stanza” di cui nessuno vuole parlare ma che non fanno che generare attriti. La pecca dell’episodio è alternare un personaggio secondario, molto divertente e che porta un altro genere di linfa allo show, ai personaggi principali della serie che sono bloccati in un presente difficile da placare con la ragione o l’empirismo.