E’ il compleanno di Cece e, mentre Jess ha in mente la solita vecchia serata pantofolaia a base di torta ipercalorica e frivole chiacchiere, l’amica rompe la tradizione e la coinvolge in una festa très chic, in compagnia delle sue colleghe modelle, una spina nel fianco per la povera Jess.

Per l’occasione, l’eccentrica ex maestrina – armata di tacco vertiginoso e lustrini – si lancia nella mischia, in pasto alle tanto vituperate top models, il cui momento di maggiore ispirazione intellettuale sarà la spiegazione dell’ingengoso meccanismo che consente di bere vodka con il sedere! Per ovvi motivi di incompatibilità la serata si trasforma in un incubo con tanto di rissa al femminile.

Intanto Nick partorisce un’altra delle sue diavolerie, fare di una gigante tartaruga delle Galapagos, la quinta inquilina dell’appartamento. L’assurda comicità di Nick sta proprio in questo, perorare il modo appassionato astrali cause e trascurare , invece, questioni essenziali ed elementari, come l’affetto per i suoi amici.

In questo episodio vedremo uno Schmidt piangente e melenso, offeso dalla noncuranza di Nick che, un po’ per pigrizia, un po’ per paura, evita di esternare ciòche prova, ritagliandosi un mondo tutto suo, dove riempirsi la testa di idee deliranti, è il suo personale modo di glissare la sofferenza!

Un episodio che fatica ad ingranare, poca sostanza, questa volta sguarnita di quella spassosa verbosità che di solita caratterizza la sit-com. I personaggi – da subito entrati nelle nostre grazie per la peculiare caratterizzazione – sembrano mostrare i primi segni di affaticamento, cedendo a qualche ridondanza di troppo e scontando un pizzico del loro farsesco humor.

Toni leggermente assopiti, ma nulla di irreversibile, un rallentamento narrativo che, di sicuro, farà da ponte al risveglio della spumeggiante mattatrice e dello strambi trio di maschietti.