Once Upon a Time 4×14 recensione dell’episodio con Jennifer Morrison

755

Questa settimana heroes e villains di Once Upon a Time tramano gli uni contro gli altri, ognuno alla disperata ricerca del proprio happy ending. Con l’arrivo a Storybrook delle “forze del male” è stato introdotto un plot che riguarda l’oscuro segreto tra i Charmings (Snow Withe e il suo Principe) e Maleficent.

Once Upon a Time 4x14 -4Proprio questo aspetto riempie gran parte dell’episodio. In Enter The Dragon  vediamo infatti numerosi flashback che ci riportano alla Foresta Incantata, al tempo di una misteriosa alleanza tra i Charmings e il trio delle forze oscure. Le scene sono fin troppo “chiarificatrici”, tentando di mostrare ogni dettaglio dell’evento passato si appesantisce di molto la narrazione, sfociando in un tragico effetto-valeriana.  I flashback risultano così autoreferenziali, perdendo ogni contatto con il flusso narrativo. Pur tentando di portare avanti altri plot, l’episodio rimane in un certo senso bloccato su una sola frequenza. Il tentativo era senza dubbio quello di mostrare cosa gli eroi avevano fatto di così grave per scatenare l’ira di Maleficent (Kristin Bauer van Straten) e le altre Evil Queens. Tutto si sarebbe risolto per il meglio se questo aspetto avesse occupato solo una parte della narrazione invece di annullare completamente gli altri sub-plot.

Once Upon a Time 4x14 -3La battaglia di Regina (Lana Parrilla) e suo figlio Henry (Jared S. Gilmore) per rintracciare il famoso Autore non ha senso se non supportata da sviluppi coerenti. Per non parlare poi di Belle (Emilie de Ravin) e la sua storyline, completamente spersonalizzata (non che la sua sia mai stata una grande caratterizzazione). Infine Emma (Jennifer Morrison), eroina della storia, che viene manipolata da i suoi genitori nel tentativo di nasconderle l’oscuro passato con Maleficent. L’intero leitmotiv della scorsa stagione è stato il percorso di Emma verso l’accettazione di sé stessa, del proprio destino. Un cammino difficile che l’ha condotta da Hook, dalla sua famiglia, a casa. In questa nuova fase del suo viaggio, l’eroina dovrebbe risultare diversa, più forte, pronta ad affrontare nuove sfide con una consapevolezza diversa. Se invece questo cambiamento ha come sola conseguenza un banale personaggio pronto ad aprire il suo cuore e ad avere più fiducia negli altri, l’intero percorso viene sminuito.

Once Upon a Time 4x14 -2Anche se ci piace pensare a Once Upon a Time come uno show corale, in cui tutti hanno uguale importanza, Emma è la chiave di volta che tiene insieme l’arco. Ogni storyline viene prima o poi ricondotta a lei, per questo il suo personaggio non può diventare un insulso stereotipo principesco. Il rischio sarebbe troppo alto, le storie degli altri personaggi risulterebbero campate in aria e non sopravvivrebbero da sole. L’episodio di questa settimana è risultato irrimediabilmente intorpidito, nonostante l’innegabile fascino delle “Regine del Male”. A risollevarne un po’ le sorti è l’appealing narrativo guadagnato negli ultimi minuti con la storia di Maleficent.

VOTO: 1.5/5 stelle