Presentato in un evento in anteprima internazionale nel BBC Day al Roma Fiction Fest 2012 , il primo episodio di Ripper Street si presenta molto ricco di spunti e con una messa in scena di tutto rispetto che lo rende senza dubbio uno dei prodotto più interessanti della prossima stagione targata BBC. La serie narra ancora una volta le vicende legate al leggendario assassino Jack the Ripper (Lo squartatore) che sconvolse Londra, nel quartiere degradato di Whitechapel e nei distretti adiacenti, nell’autunno del 1888. La serie in realtà prende spunto dal famoso serial killer per orchestrare una storyline completamente indipendente che segue le vicessitudini dell’Ispettore Edmund Reid, pur rimanendo circondanto da personaggi storici realmente esistiti e legati all’assassino come ad esempio l’Ispettore Abberline’. Tuttavia, la sensazione è che già negli episodi successivi la storia si staccherà dalla realtà storica per rappresentare qualcosa di indipendente legata al genere thriller/giallo, facendo il verso  in un certo senso all’Ispettore Holmes di Conan Doyle, considerato che già nel primo episodio non sono mancati i riferimenti alle trasposizioni recenti dell’eccentrico personaggio, come ad esempio i film di Guy Ritchie, qui richiamati soprattutto per l’aspetto visivo e per le musiche che ricordano vagamente le partiture di Hans Zimmer. In ogni caso, ciò non sminuisce questa nuova serie che riesce a mantenere una sua identità ben definita che promette di avere un seguito di assoluto interesse. Della serie  sono già stati girati i 9 episodi che comporranno l’intera prima stagione. Menzione speciale merita in fine il cast, dal protagonista Matthew Macfadyen(Mr. Darcy di Orgoglio e pregiudizio di Wright) fino a Jerome Flynn, recentemente apparso anche in Game of Thrones.

[nggallery id=5]