The Blacklist 7

Il network americano NBC dopo promo e trama ha diffuso la prima clip di The Blacklist 7×04, il quarto episodio dell’attesa settima stagione della serie tv con James Spader.

The Blacklist 7×04

The Blacklist 7 è la settima stagione della serie tv creata da Jon Bokenkamp per il network americano della NBC.

The Blacklist 7 sarà composta da ben 22 episodio. Nel cast ritorneranno i personaggi  Raymond “Red” Reddington (stagione 1-in corso), interpretato da James Spader, è un noto criminale che, dopo vent’anni di latitanza, si consegna all’FBI in qualità d’informatore. Elizabeth “Lizzie” Keen/Masha Rostova (stagione 1-in corso), interpretata da Megan Boone, è l’agente con il quale Reddington richiede di collaborare in forma esclusiva. Donald Ressler (stagione 1-in corso), interpretato da Diego Klattenhoff, è l’agente federale a capo dell’indagine su Reddington.

Tom Keen/Jacob Phelps/Christopher Hargrave (stagione 1-in corso), interpretato da Ryan Eggold, è il marito di Elizabeth, in realtà una spia nemica che lavora per i nemici di Red. Harold Cooper (stagione 1-in corso), interpretato da Harry Lennix è il vice direttore della sezione antiterrorismo del Bureau. Meera Malik (stagione 1), interpretata da Parminder Nagra è un’agente sul campo della CIA, chiamata ad assistere Elizabeth sul lavoro. Viene uccisa da un uomo di Berlin.

Aram Mojtabai (stagione 2-in corso, ricorrente 1), interpretato da Amir Arison è l’esperto informatico della task force messa in piedi dall’FBI per Reddington. Samar Navabi (stagione 2-in corso), interpretata da Mozhan Marnò, è una spia israeliana del Mossad. Dembe Zuma (stagione 3-in corso, ricorrente 1-2), interpretato da Hisham Tawfiq. È la guardia del corpo di Reddington, nonché suo figlio adottivo. Ha una figlia e una nipotina.

Nella serie Raymond “Red” Reddington, uno dei più pericolosi criminali nella FBI Ten Most Wanted Fugitives, si costituisce all’agenzia offrendosi di fornire informazioni su ogni persona con cui abbia lavorato: come clausola all’accordo, chiede di avere l’unico suo referente in Elizabeth Keen, una giovane profiler al suo primo giorno di servizio. Questa richiesta, all’apparenza incomprensibile, costringe l’agenzia a rendere Elizabeth parte integrante di una segreta task force, che da quel momento inizia a occuparsi essenzialmente dei casi forniti da Red.

La speciale blacklist stilata da Reddington tradisce un carattere molto personale: l’uomo, infatti, grazie a questa vuole liberare la piazza dai suoi principali nemici, avvalendosi delle forze dell’FBI; il Bureau non può tuttavia esimersi dal catturare quelli che sono a tutti gli effetti dei criminali, dando così l’avallo a questa singolare collaborazione. Queste cacce all’uomo finiscono ben presto per intrecciarsi con le vicende personali della stessa Elizabeth, orfana dai tempi dell’infanzia, che cerca di capire quale sia la vera natura del legame tra lei e Reddington.