Intrighi internazionali in forma di commedia dai risvolti cupi, con un cast d’eccezione: prenderà il via il prossimo 21 giugno sugli schermi di HBO la prima stagione di The Brink, serie firmata dai fratelli Roberto e Kim Benabib, il primo dei due già apprezzato per il lavoro in Weeds.

the-brink-2A guidare la serie, è la ‘strana coppia’ formata dal Premio Oscar Tim Robbins, nel ruolo del Segretario di Stato degli U.S.A. Walter Larson e dall’istrionico Jack Black, che darà il volto ad Alex Talbot, un addetto del Foreign Office del Governo americano: nel primo lotto di episodi, i due saranno impegnati a disinnescare una crisi in Pakistan, le cui conseguenze potrebbero comportare rischi a livello globale.
La serie è stata concepita per incentrarsi su una diversa minaccia globale ad ogni stagione. Il cast principale vedrà la presenza di Jamie Alexander, la Lady Sif della saga cinematografica di Thor (vista nello stesso ruolo anche in Agent of S.H.I.E.L.D.), che vestirà gli abiti della militare Gail Sweet, mentre Carla Gugino (Sin City – Watchmen) sarà la moglie di Robbins, Joanna, e Pablo Schrieber (giunto alla notorietà per il ruolo di George Mendez in Orange Is The New Black) sarà un valente pilota della marina americana.
Regista della serie, articolata su episodi da 30 minuti, durata classica per le sit-com, sarà Jay Roach, che esordisce sul piccolo schermo dopo aver lavorato ai film delle serie di Austin Powers e Ti presento i miei.

the-brink-3In un periodo in cui House of Cards ha spostato l’attenzione del grande pubblico sui retroscena della politica ai massimi livelli, The Brink, a leggere le premesse sembrerebbe voler gettare un alone dissacrante sugli stessi scenari, conservando magari quel tanto di aspetto ‘nero’ che ha sancito il successo globale di H.o.C.
Più che sulla vicenda in sé, tuttavia, l’esito della serie appare legato soprattutto all’alchimia che si formerà trai due attori principali, Robbins e Black, due mattatori di un passato ormai non troppo recente, le cui carriere negli ultimi anni sembrano essersi un tantino appannate e che potrebbero trovare la strada per il rilancio proprio nel passaggio dal grande al piccolo schermo.

https://www.youtube.com/watch?v=QwsEKGMzTZM