The Crazy Ones, Robin Williams torna in tv

    216

    the-crazy-ones

    Robin Williams torna sul luogo del delitto: a trent’anni di distanza dalla celeberrima Mork & Mindy, l’istrionico attore torna, con The Crazy Ones, a interpretare da protagonista una serie tv; se poi ad affiancarlo è Sarah Michelle ‘Buffy’ Gellar, in quello che assume i contorni di un vero e proprio ‘scontro generazionale’ trai protagonisti di due autentiche serie ‘di culto’, le aspettative e le curiosità attorno a Crazy Ones crescono esponenzialmente.

    Poster-The-Crazy-Ones

    Al centro della vicenda della sitcom targata CBS che sbarcherà sugli schermi americani il prossimo 26 settembre, sono Simon Roberts (Williams), capo di un’agenzia pubblicitaria e il suo staff, di cui fanno parte la figlia Sydney (Gellar), Andrew (Hamish Linklater visto in tv in La complicata vita di Christine, ma anche sul grande schermo, con apparizioni in I Fantastici Quattro e Battleship), Lauren (Amanda Setton, che vanta partecipazioni di lungo corso a Gossip Girl e Una vita da vivere, oltre che nell’imminente The Mindy Project) e Zack (James Wolk, per il quale questo rappresenta il primo lavoro importante, dopo varie comparsate qua e là sul piccolo schermo).

    Va da sé che la serie sarà giocata proprio sul confronto trai personaggi di Williams e Gellar: da una parte il primo, una personalità dai contorni geniali quanto imprevedibili, dall’altra la figlia, coi piedi più saldamente piantati per terra e tutta volta all’affermazione personale e alla carriera: la relazione trai due (accompagnata dalle immancabili tipiche difficoltà di un rapporto padre – figlia) darà vita ad un mix esplosivo che li porterà a escogitare modi sempre più originali per trattenere i propri clienti o conquistarne di nuovi, suscitando le reazioni perplesse degli altri collaboratori, che finiranno per pensare che i due, specie Simon – Williams, non abbiano tutte le rotelle a posto…

    Robin-WilliamsLa serie, la cui prima stagione durerà 13 episodi, della classica durata di poco superiore ai 20 minuti, è firmata da David E. Kelley, artefice, tra gli altri, di Ally McBeal, Boston Legal, Chicago Hope ed Harry’s Law. A prima vista si ha l’impressione di trovarsi di fronte ad una sitcom di stampo abbastanza classico che, vista l’ambientazione nel mondo della pubblicità, forse finirà per prendere di mira anche la stra-premiata Mad Men, tuttavia non c’è dubbio che il motivo d’interesse principale sia proprio costituito dal ritorno sul piccolo schermo di Robin Williams, alla cui prestazione finiranno per essere affidati gran parte dei destini della serie. Sarah Michelle Gellar con The Crazy Ones appare invece davanti a uno snodo importante della sua carriera: raggiunto il successo planetario con Buffy, è in seguito rimasta un pò ‘incastrata’ nel genere horror, spesso partecipando a progetti non sempre convincenti; recentemente, l’attrice newyorkese ha tentato la strada del thriller in Ringer, senza però ottenere i riscontri sperati; il cambio di genere a 180° appare il tentativo e forse l’opportunità di rilanciarsi, magari gettandosi più o meno definitivamente alle spalle l’ombra ingombrante dell’Ammazzavampiri.