The Good Wife: Guerra civile tra Allievi e Mentori

-

The Good Wife

Cinque anni sono passati da quando Alicia in quel corridoio strinse la mano di Peter Florrick, suo marito e procuratore di Stato, sottoponendosi così all’umiliazione della gogna mediatica perché egli era stato fedifrago con una prostituta. Da quel pilot per Julianna Margulies è cominciato un percorso che l’ha definitivamente allontana dalla infermiera Carol Hathaway di E.R. e l’ha portata a vincere rispettivamente un TCA Award, uno Screen Actors Guild Award, un Golden Globe e un Emmy Award.

the-good-wife-5x01La scorsa stagione abbiamo visto Alicia, dire addio (definitivamente?) a Will Garner (Josh Charles) per andare prima a festeggiare la vittoria di Peter (Chris Noth) come nuovo Governatore dello Stato dell’Illinois e inseguito incontrare Cary (Matt Czuchry), suo collega nonché futuro socio di un ipotetico studio. “Penso che una delle cose che Alicia si troverà ad affrontare sia il fatto che lei e Cary non sono Will e Diane (Christine Baranski) e che inevitabilmente giunga il momento in cui si chiede se la sua scelta sia stata giusta.” Dice l’attrice ponendo un dilemma interessante, che porterà sicuramente a inevitabili scontri che gli sceneggiatori Robert e Michelle King doseranno come storyline principale “Vogliamo che il pubblico si agiti di fronte alla loro difficoltà di tradire il proprio studio legale. Sarà una tempesta di m***a. Ciò che vogliamo è la quiete prima della tempesta” Il pubblico infondo è abituato ai problemi dello studio di Chicago, tra la crisi finanziaria mondiale, gli scandali interni e le cause perse, hanno rischiato più volte il fallimento, ma questa scissione potrebbe essere un azzardo che lo show è pronto ad affrontare.
Se da una parte vedremo questo scontro tra mentori e allievi che porterà a una “guerra civile” dall’altra parte c’è la politica; difatti Peter dovrà insediarsi in una delle poltrone più scomode e piene di potere dove sembra che una vecchia tentazione, il tradimento, si possa insinuare attraverso le fattezze di una consulente molto saggia Melissa George. Ma questa volta riuscirà Peter a resistere? Eli (Alan Cumming) ormai suo consulente e amico fidato riuscirà a farlo ragionare?

La serie della CBS non è solo intrecci e attriti tra i personaggi è soprattutto rivisitazioni di cause legali e quest’anno i King promettono delle puntate che ruoteranno intorno al Datagate e alla fuga d’informazione che hanno portato Edward Snowden a rivelare informazioni top secret, indagando se sia stato un atto di “spionaggio” oppure di “informazione” dato che l’opinione pubblica americana è tutt’ora spaccata.

- Pubblicità -

the-good-wife-5-2Altro elemento forte dello show sono le sue guest star, in diversi anni sono passati Lisa Eldestein, Mamie Gummer, T. R. Knight e Matthew Perry ed anche se Robert King afferma che “Quest’anno vogliamo provare a concentrarci sul nostro cast. Si parlerà di più del nostro gruppo, e non tanto delle guest-star che arriveranno”. Sono stati già confermati attori del calibro di Jeffrey Tambor, Carrie Preston, America Ferrera, Gary Cole, John Noble, Michael J. Fox, Nathan Lane, Talia Balsam, Stockard Channing e Kurt McVeigh su quest’ultimo lo sceneggiatore ha aggiunto“Lui e Diane sono ancora in procinto di sposarsi, quindi vedremo se Diane lo sacrificherà per diventare giudice della corte suprema o se lo seguirà
Si aggiunge come Regular l’attore Zach Grenier conosciuto ai fan della serie come l’avvocato divorzista David Lee. Mentre il nuovo arrivato nello studio è Jason O’Mara che interpreterà Colin, acclamato avvocato irlandese che dopo aver passato anni a difendere i membri delle famiglie criminali, ora è alla ricerca di una nuova sistemazione alla Lockhart-Gardner.

La prima puntata andrà in onda dal 29 settembre sul canale CBS e s’intitolerà “How to Begin…” speriamo (come sempre) bene!
Il trailer

 
 
Stefania Buccinnà
Sono un appassionata di Cinema e Serie televisive americane, motivo per cui mi sono iscritta all'università e mi sono laureata in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Digitale presso l'università La Sapienza in Roma dove ho conseguito anche un Master di Primo Livello in Montaggio Video e Audio. Amo costruire strutture per immagini e scrivo per piacere, pensando che le due cose sono molto simili ma con grammatiche diverse. In fondo per me, scrivere una frase è come mettere insieme una scena.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -