The Tomorrow People 1×05 – recensione dell’episodio con Robbie Amell

    656

    the-tomorrow-people

    All Tomorrow’s PartiesQuesta settimana in The Tomorrow People si tratta di infrangere le regole. Sia Jedekiah, il suo esercito di Ultra che i nostri “ragazzi speciali” hanno un protocollo da seguire.

    Per i primi si tratta di annientare la minaccia soprannaturale ad ogni costo, senza esitazioni e rispettando le gerarchie.

    Per i Tomorrow People invece, si tratta di sopravvivere; ridurre al minimo il rischio di essere esposti e rispettare gli ordini del leader, John.
    Con l’arrivo di Stephen però, le cose sono cambiate; ha sconvolto gli equilibri e rimescolato le carte.
    I ragazzi speciali infatti, questa settimana decidono che ne hanno abbastanza di essere rinchiusi nel loro bunker e vogliono ricordare cosa si prova ad essere umani, a divertirsi. Vogliono andare ad una festa e dimenticare tutto solo per una notte. John ovviamente non è d’accordo e pretende che il protocollo venga rispettato. Ha paura che gli altri possano essere in pericolo, ma soprattutto, che possano scoprire il suo segreto e vederlo per quello che lui crede di essere, un mostro. Cara invece non la pensa così e decide di sfidarlo.

    Stephen, che dovrebbe appoggiare in pieno questa piccola “ribellione”, questa volta è riluttante; sa che non è una buona idea ma ormai la bomba è innescata.
    Conosciamo anche un nuovo personaggio che sembra avere un ruolo fondamentale, Irene, un genio di 17 anni già laureata a Yale e con un dottorato all’MIT. Una ragazza acqua e sapone che pare abbia trovato un modo di rendere inefficace il siero con cui gli Ultra tolgono i poteri ai Tomorrow People. Per fare l’esperimento però la ragazza ha bisogno di un campione di quel siero e tocca a Stephen procurarlo. Il nostro protagonista intanto ha altre cose di cui preoccuparsi. Scopriamo infatti che l’esercito di Jed non è che un singolo dipartimento di un organizzazione molto più grande.

    All Tomorrow’s PartiesI capi di questa organizzazione vorrebbero vedere Stephen e scoprire se può essere una minaccia, proprio come molti anni prima avevano fatto con suo padre.
    Ma non è ancora finita. Astrid, la migliore amica di Stephen, non rinuncia a scoprire cosa lui le stia nascondendo e, sospettosa, accetta il suo invito al ballo della scuola.
    Serata di festa insomma per i nostri ragazzi, ma sappiamo che quando le cose sembrano andare troppo bene, è proprio allora che bisogna preoccuparsi.

    Questo episodio, in cui i ruoli dei personaggi sembrano invertirsi, ci dice che le regole si rispettano per due motivi: lealtà e fedeltà. La prima è basata sui sentimenti, il rispetto e l’amore, la seconda invece, sul senso del dovere. La differenza è sottile ma fondamentale, la decisione spetta a noi.