Vikings 2×06 recensione dell’episodio con Travis Fimmel

Vikings-Season-2-PosterLa Battaglia è finita, ma la Guerra è ancora in corso e nuove politiche di alleanze e vendette potrebbero dare luogo ad esiti inaspettati: Unforgiven, sesto episodio della seconda stagione di Vikings, rappresenta un momento di transizione nell’economia della serie, destinato probabilmente a sistemare sulla scacchiera alcune delle pedine che segneranno le mosse di Ragnar Lothbrok nel corso dell’atteso e imprevedibile finale di stagione.

Abbiamo parlato spesso di Ragnar come di un uomo illuminato e in grado di guardare oltre i limiti del modus vivendi del suo stesso popolo, arrivando a concepire non solo l’opportunità di esplorare nuove terre ma perfino di colonizzarle; nessuna di queste caratteristiche è in discussione, ma Ragnar resta comunque un guerriero cresciuto in un mondo dove una morte eroica per raggiungere il Valhalla è benvenuta, quindi non c’è da stupirsi che nonostante la disponibilità al perdono dimostrata in passato nei confronti delle persone davvero importanti per lui ( Rollo, Athelstan) non concepisca la possibilità di superare il contrasto con Jarl Borg neppure in funzione dell’obiettivo di tornare nel Wessex con un numero adeguato di navi e uomini in armi: curioso, attento, aperto a nuove prospettive ma sempre e comunque un Vichingo, determinato a non assolvere ( anche Aslaug, da pessima consigliera diplomatica e gran dama di egoismo, ci mette del suo) colui che ha fatto soffrire la sua famiglia.

- Pubblicità -

 Mentre Ragnar gioca le sue carte azzardando una mano che potrebbe costargli il ritorno in Inghilterra, qualcun altro si muove nell’ombra alla ricerca di una via per riscattarsi: sembrano passati secoli da quando Siggy era la moglie del defunto Earl Haraldson, ma dopo essere stata a servizio di Lagertha prima e di Aslaug poi ( con la prima c’era un rapporto di fiducia e amicizia, mentre con la seconda si tratta solo di convenienza obbligata) la donna cerca a tutti i cosi di riottenere il favore degli Dei, ma la sensazione che il gioco le stia sfuggendo di mano inizia a farsi sentire.

vikings_ unforgiven 5

 Nel Wessex, Athelstan continua a interagire con Re Ecbert scoprendo la sua inaspettata apertura nei riguardi della cultura e delle tradizioni pagane ( interessante inoltre che l’uomo sia cresciuto proprio alla Corte di Carlo Magno): è un po’ cinico forse decretare che il giovane monaco mostri tutti i sintomi di una serie Sindrome di Stoccolma, ma tenendo presente le sue recenti sofferenze e l’inevitabile gratitudine verso l’uomo che gli ha effettivamente salvato la vita, non è difficile comprendere i suoi sentimenti; il momento che attendiamo con maggior trepidazione è senza dubbio quello del ritorno di Ragnar, quando Athelstan sarà costretto ha scegliere una volta per tutte a quale gentile carceriere votare la propria lealtà.

vikings_ unforgiven 3

 La svolta più interessante di Unforgiven riguarda però un altro personaggio amatissimo dello Show: non più disposta a patire umiliazioni dal suo secondo marito, Lagertha prende una drastica decisione che potrebbe portarla già dal prossimo episodio a conquistare una posizione di potere assoluta e inaspettata; d’altronde, nessuno dei protagonisti di Vikings lo meriterebbe più di lei.

vikings_ unforgiven 2

RASSEGNA PANORAMICA

Alessia Carmicino
Alessia Carmicino
Nata a Palermo nel 1986 , a 13 anni scrive la sua prima recensione per il cineforum di classe su "tempi moderni": da quel giorno è sempre stata affetta da cinefilia inguaribile . Divora soprattutto film in costume e period drama ma può amare incondizionatamente una pellicola qualunque sia il genere . Studentessa di giurisprudenza , sogna una tesi su “ il verdetto “ di Sidney Lumet e si divide quotidianamente fra il mondo giuridico e quello cinematografico , al quale dedica pensieri e parole nel suo blog personale (http://firstimpressions86.blogspot.com/); dopo alcune collaborazioni e una pubblicazione su “ciak” con una recensione sul mitico “inception” , inizia la sua collaborazione con Cinefilos e guarda con fiducia a un futuro tutto da scrivere .
- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -