Breaking Bad 5Manca poco alla fine di Breaking Bad, ma il creatore dello show Vince Gilligan sta già lavorando attivamente a un nuovo progetto assieme allo sceneggiatore Peter Gould: il potenziale spin-off incentrato sul personaggio di Saul Goodman, interpretato da Bob Odenkirk. In una intervista a TheWrap, Gilligan spiega che lui e Gould proporranno il loro progetto alla Sony, e cercheranno di avere il via libera, anche perché è l’unico progetto post-Breaking Bad per Gilligan. I due stanno ancora cercando di definire i dettagli del progetto: non hanno ancora deciso, per esempio, se si tratterà di un sequel o di un prequel.”Tutti i miei sceneggiatori sono ottimi sceneggiatori, e sono tutti pronti a lavorare ai loro show. In questo particolare caso, visto che il personaggio è stato creato da Peter Gould, ci è sembrato giusto lavorare insieme sul progetto. Stiamo per proporre un pitch al network, speriamo che siano tutti d’accordo che si tratterebbe di una bella serie da sviluppare. Speriamo di ottenere l’ok e di mettere insieme tutto, in modo che Peter possa fare da showrunner. Sarebbe fantastico. Nulla è ufficiale per ora, ma è qualcosa al quale stiamo lavorando duramente” Alla domanda se sarà una serie da mezz’ora da un ora, Vince Gillian afferma:”Possiamo fare entrambe le cose. Possiamo renderlo una serie da mezz’ora (non dico una sitcom, ma comunque una commedia da mezz’ora), oppure farlo rientrare meglio nell’universo di Breaking Bad, ovvero con una serie di episodi da un’ora. Con Goodman come protagonista, ci sarebbe comunque moltissimo umorismo. Ma visto che talvolta lavora per clienti davvero spaventosi, ci sarà anche qualcosa di drammatico. Ci stiamo lavorando”. Rimanete quindi sintonizzati per ulteriori notizie.

Fonte: The Wrap

Articolo precedenteMarc Guggenheim parla di Arrow
Articolo successivoSherlock Holmes al Comic-Con
Nato e cresciuto in un piccolo centro vicino Napoli, Carlo fin da ragazzino, è rimasto sedotto dal mondo del cinema e dalle serie tv.  Lettore accanito di saghe fantasy (la sua preferita è Il Ciclo di Shannara), conosce a memoria le battute del film Marnie del grande Alfred Hitchcock; divoratore onnivoro di serie tv, è cresciuto tra la generazione di Beverly Hills e quella di Dawson's Creek anche se la sua serie tv preferita rimane Buffy. Adora tutto ciò che il regista JJ Abrams partorisce dalla sua mente, e vorrebbe essere il confidente di Steven Spielberg. Con una camera piena di gadget e DVD, Carlo si sente americano per adozione e coltiva il sogno di lavorare in una redazione giornalistica, ma soprattutto di  andar via dal piccolo centro dove vive per poter rincorrere il suo ormai più che ventennale sogno nel cassetto.