volare modugnoLa conferenza stampa di Volare – la grande storia di Domenico Modugno ha messo in luce quanto ambizioso e difficile è stata la realizzazione di questo film. Il progetto, nato diversi anni fa, ha richiesto l’esperienza di scenografi come Petraglia e Rulli e la bravura di Beppe Fiorello e Kasia Smutniak per approdare sul piccolo schermo. In presenza della moglie di Modugno, Franca Gandolfi, gli autori, la produzione e il cast illustrano le difficoltà incontrate e la soddisfazione per aver prodotto un’opera di altissima qualità. Il desiderio era quello di restituire fedeltà alla vita di un personaggio tanto amato e apprezzato dal pubblico, narrando la sua evoluzione, descrivendo gli anni felici e disinvolti di Modugno, per donare ai telespettatori la libertà di poter sognare e quindi ritornare a vivere con quelle buone speranze.

Ricreare la forza carismatica di questo artista ha significato il coinvolgimento della Signora Modugno che, con grande accoglienza e totale disposizione, ha narrato del suo amore, della sua adolescenza e dell’intensa avventura che ha vissuto al fianco di Domenico Modugno.

Anche Beppe Fiorello ha manifestato la sua paura reverenziale nell’interpretare questo personaggio. La sua, come ha dichiarato, è stata una febbre di amore e di paura, in cui spesso la gioia era soppiantata dal terrore di non saper restituire fedelmente il ricordo monumentale di Modugno. Nel racconto di questo sogno, Fiorello dichiara di aver trovato nella storia dei tratti autobiografici, rivedendo se stesso nel giovane ambizioso che dalla periferia del Sud si muove verso la città alla ricerca dei suoi sogni e della sua realizzazione. Inoltre, l’aspetto che lo ha colpito maggiormente è stata la somiglianza fisica tra il padre di Modugno e il suo.

Anche Kasia, ha fatto presente la sua ansia iniziale di non saper esprimere la complessità di una donna come Franca Gandolfi, ma grazie a lunghe conversazioni con la Signora Modugno è riuscita a entrare nella parte, regalando un’interpretazione coinvolgente ed espressiva.

La conferenza stampa ha preso piede in un clima di tranquillità, allietata dalle performance canore di Fiorello, che si è divertito a esibirsi riproponendo i pezzi di Modugno a lui più cari.