The Walking Dead 2x05

In The Walking Dead 2×05 l’interruzione delle trasmissioni sul centro rifugiati, ma soprattutto la vista di elicotteri che bombardano la città di Atlanta, costituiscono uno dei primi flashback della serie che mostrano il principio della diffusione degli zombie sulla terra. La visione dei bombardamenti è il momento in cui la speranza di Shane e Lori, insieme a quella di centinaia di persone bloccate in un ingorgo, riceve il colpo mortale. E pensare che era solo l’inizio! Con quest’angoscia iniziale torniamo alla fattoria, avviandoci insieme al gruppo sulle tracce di Sophia.

In The Walking Dead 2×05, quinto episodio della seconda stagione di The Walking Dead, Rick e Shane procedono attraverso il bosco sulla scia dei ricordi del liceo. A quanto pare il passato sembra tutto un altro mondo, un’altra vita che ormai si è spenta nel crudo presente. Il tema della sopravvivenza viene qui ripreso ancora una volta e spostato su un’altra questione: è necessario soffocare i ricordi della vita precedentemente vissuta, senza zombie, per non soffrire o farsi prendere dalla depressione? Oppure bisogna mantenerli in funzione della speranza che, si sa, è l’ultima a morire?

La risposta viene lasciata in sospeso, ma lo spettatore può darne una sua libera interpretazione. È proprio questo che ci piace di The Walking Dead: la capacità di presentarci situazioni che richiedono una riflessione soggettiva e non sentenze preconfezionate dagli autori. Contemporaneamente la caratterizzazione dei personaggi non ne risente minimamente.

The Walking Dead 2×05

The Walking Dead 2x05

Dal dialogo tra Rick e Shane notiamo che i due appartengono a due filoni di pensiero contrapposti: il primo convinto del potere “civilizzante” e se vogliamo rivitalizzante dei ricordi, con la cui forza si può aspirare ad un mondo migliore; il secondo che considera la nostalgia nociva alla sopravvivenza.

Colui che non ha dubitato della sua speranza è stato Daryl che, in questa puntata, avrà una contraddittoria involuzione. Dopo essere stato disarcionato dal suo cavallo, si ritroverà a essere insultato dalla sua coscienza che prenderà le sembianze di Merle. Quest’ultimo non farà altro che ricordare quello che Daryl era prima di addolcirsi come “una femminuccia” e sottostare agli ordini di Rick. In questo caso il passato del personaggio avrà il sopravvento ai fini della sopravvivenza e sarà anche la gratitudine di Carol a riscattarlo.

A suo di insulti da parte del fratello maggiore Daryl riuscirà a cavarsela e il risultato sarà una nuova versione Rambo, con tanto di collana dove appendere i suoi trofei (orecchie di zombie abbattuti). Tuttavia, dopo la sua avventura, il poveretto sarà conciato così male da essere scambiato per un walker da Andrea, ferendolo di striscio. Non si sa cosa stia succedendo alle donne nella fattoria: Lori si chiude nella solitaria decisione dopo la scoperta di essere incinta, Maggie continua a desiderare Glenn, Andrea si diletta nel tiro al bersaglio vivente. Gli avvenimenti di questi giorni non avranno fatto piacere al padrone di casa, Herschel, convinto di dover mantenere le distanze da quelli che considera solo intrusi di passaggio. Il suo nervosismo sarà dovuto al fatto di tenere degli zombie segregati nel fienile?