Wayward Pines 1×05 recensione dell’episodio con Matt Dillon

1308

Giunti a metà della prima stagione di Wayward Pines abbiamo imparato che tutti gli abitanti sono prigionieri, che ci sono telecamere e microfoni dappertutto e che l’intera città è sotto controllo. Sappiamo anche che la particolarità di questa cittadina è quella di puntare molto sui ragazzi: plasmare le menti dei giovani (come abbiamo intuito nell’episodio precedente) è ciò che conta davvero. C’è ancora una cosa però che non abbiamo compreso: perché nessuno può lasciare questa città?

Wayward-Pines-1x05-2In Wayward Pines 1×05 Abbiamo finalmente scoperto chi sono le misteriose creature che popolano i confini di questa riserva protetta, una vera e propria arca riempita di persone in grado di rispettare le regole, mai veramente libere e per questo capaci di adattarsi. Si tratta dei carnivori più temibili di tutto il pianeta, frutto di mutazioni genetiche e cresciuti in ambienti ostili: queste creature rispondono al nome di “Aberrazioni”.

È un episodio cruciale poiché viene spiegato allo spettatore cosa rappresentano queste aberrazioni e, soprattutto, chi erano in origine. Inoltre vengono affrontate questioni considerevoli: abbiamo l’evoluzione della specie umana, abbiamo la comunità speciale che ha il compito di assicurare la sopravvivenza dell’uomo (la Prima Generazione); c’è un mondo che si è evoluto in qualcosa che non è più umano e che non è più quello che conoscevamo un tempo. La verità risulta agghiacciante e un nuovo interrogativo sorge di conseguenza: come si mescoleranno tra di loro, da ora in avanti, tutte queste tematiche? Difficile azzardare delle previsioni. La cosa importante è che il puzzle sembra piano piano comporsi e prendere forma, così come a risultare più definiti sono gli stessi personaggi: abbiamo scoperto la vera identità del Dott. Jenkins (Toby Jones), responsabile della creazione di Wayward Pines, e siamo convinti di essere a un passo dalla verità circa l’ancora misterioso e sempre inquietante personaggio dell’infermiera Pam (Melissa Leo). Una puntata che ha messo per la prima volta il nostro Ethan (Matt Dillon) quasi nell’angolo, per lasciare spazio alla figura della moglie Theresa (Shannyn Sossamon) e, soprattutto, a quella del figlio Ben (Charlie Tahan), la cui importanza all’interno della serie, considerato quanto accaduto, è destinata senza dubbio a crescere.

Wayward-Pines-1x05-3The Truh è un discreto episodio fatto di tensione costante e di svolte narrative non originali ma comunque intriganti. Come si metteranno adesso le cose per la famiglia Burke? Da un lato abbiamo chi ha un disperato bisogno di scoprire la verità (Ethan e Theresa); dall’altro c’è chi questa verità la conosce ma non può rivelarla in alcun modo (Ben). A fine puntata la curiosità ci spingerà a volerne sapere di più, eppure, nonostante le rivelazioni sconcertanti, la sensazione di essere stati come travolti da una verità inconfessabile è lontana anni luce.

Voto: 3.5/5 stelle