White Collar 5×04 recensione dell’episodio con Matt Bomer

    584

    White-Collar_Event-banner

    Nella quarta puntata di White Collar si è subito coinvolti nell’atmosfera dell’omicidio e delle indagini riguardanti l’agente Siegel (Warren Kole). L’episodio riprende dopo 15 giorni di intense indagini da parte del team dei colletti bianchi. La sceneggiatura di Jim Campolongo preferisce soffermarsi sulle conseguenze anziché portare in scena qualcosa di eccessivamente drammatico, concludendo così troppo velocemente la storia del nuovo agente di sorveglianza che poteva essere sviscerata con maggiori linee narrative. Peter (Tim DeKay) riesce ad assumere tutta l’autorità coordinando dei gruppi di lavoro, una parte si occuperà ancora dell’omicidio dell’agente e l’altra tornerà ai vecchi casi. Nel mentre Neal (Matt Bomer) è a casa, agli arresti domiciliari, dato che non ha un agente di sorveglianza. Ma il problema sarà presto risolto con il ripristino del duo storico.

    White-collar-5x04

    Il primo caso che affronteranno Peter e Neal, dopo diverse puntate che non li si vedeva insieme, riguarda una truffa a danni di ex galeotti con la complicità di una psichiatra che li manipola, attraverso droghe e tecniche ipnotiche. La risoluzione del caso, con la raccolta di prove, vedrà Neal intrufolarsi nello studio e indagare su quest’ultima. In questo snodo della puntata, prende forma anche la storyline di questa stagione, ossia l’identità di Neal, che verrà esaminata per la prima volta in questa stagione. Neal armato dei suoi usuali sorrisi e meccanismi di manipolazione tenterà di tenere ben saldo il suo ruolo per fornire a Peter il suo colpevole, questo finché la terapeuta non andrà a intaccare le ambizioni più recondite di Neal che lo porteranno ad una conclusione drastica nel finale della puntata, che getta i presupposti per il suo percorso in questa stagione, dopo molte puntate d’incertezza sui suoi desideri.
    Il caso non smuoverà solo la coscienza dell’ex galeotto, ma anche quella di Peter, che assistendo a un Neal privo di difese e sotto gli effetti di droghe sarà tentato nel porre una di quelle tante domande che lo rendo preoccupato e irrequieto nei suoi riguardi, ma con scarsi risultati.
    In questa puntata emerge per recitazione, l’interpretazione di Matt Bomer, a suo agio nello scambio di battute veloci con il suo ritrovato partner e dubbioso e incerto quando la sua copertura è in difficoltà, trasmettendo così una leggera tensione che esaurisce i temi della puntata.

    White-collar-5x04-1

    Controlling Interest episodio diretto da Kevin Bray riesce a dosare il mix della puntata in cui si procede a piccoli passi nella storyline sullo sfondo di una trama lineare e ben costruita. Ciò che si avverte è la velocità con cui si è quasi concluso il percorso dell’agente Siegel, che potrebbe ritornare con altri presupposti narrativi. Questo però non intacca il proseguimento della puntata che intrattiene e diverte riportando la “normalità” all’interno della serie.