Le parti live-action di Avatar sono state girate in Nuova Zelanda e si sono buone possibilità che le cose non cambino per i sequel. Tuttavia, golosissime agevolazioni fiscalipotrebbero dirottare le riprese dei prossimi capitoli del franchise in Cina. Per avere accesso agli sgravi, però, la produzione deve reclutare degli attori cinesi. Un problema? Niente affatto, dal momento che James Cameron aveva già pensato a qualche Na’vi con gli occhi a mandorla. Sentiamolo:

“Possiamo tranquillamente avere Na’vi cinesi. E [nelle sequenze live-action] ci possono essere cinesi che parlano inglese. Stiamo progettanto un futuro per Avatar e, se proviamo a immaginarcelo, non è strano prevedere la presenza di cinesi su Pandora”

Insomma, si cade sul morbido. Ricordiamo che l’uscita di Avatar 2 è prevista per il 2015. Sicura la realizzazione di Avatar 3, molto probabile quella di un quarto capitolo.

Fonte: THR