Manca poco  al debutto di Cosmopolis, film di David Cronemberg  ispirato all’omonimo romanzo di Don De Lillo: l’uscita è prevista per il 25 maggio, giorno in cui il film verrà anche presentato al Festival di Cannes, in concorso nella sezione ufficiale.

Questa la sinossi: New York City, un futuro non troppo lontano: Eric Packer, ventottenne d’oro dell’alta finanza sta sognando di vivere in una civiltà ancora più progredita. Mentre si sta recando in auto attraverso Manhattan per il solito taglio di capelli dal vecchio barbiere di suo padre perde il suo impero economico ad ogni tick dell’orologio. Nel frattempo, un’eruzione di attività sovversiva irrompe nelle strade della città. Impietrito da come le minacce del mondo reale violino l’insieme delle sue convinzioni virtuali, Parker incomincia a mettere insieme i pezzi che lo condurranno ad un terrificante segreto: l’imminenza del suo omicidio.

David Cronenberg è regista controverso ma dall’indubitabile talento, già confrontatosi in passato con trasposizioni da grandi autori letterari, come il pasto nudo di William S. Burroughs e Crash di James G. Ballard. Dopo il modesto A dangerous method sembra voler tornare alle atmosfere surreali e oniriche che hanno caratterizzato il suo inconfondibile, e a tratti delirante stile in capolavori del calibro di eXistenz.

A curare l’adattamento cinematografico è lo stesso autore del romanzo, Don De Lillo,  universalmente riconosciuto come uno degli scrittori statunitensi più influenti delle ultime decadi.

Cosmopolis, edito nel 2003 , riprendendo uno schema narrativo di derivazione joyciana, si sviluppa nell’opulenta Manhattan nell’arco di una sola giornata durante la quale il benestante e miliardario Erik Parker, a bordo della sua ipertecnologica limousine, sarà protagonista di un insolito viaggio che assumerà contorni inquietanti. Dopo la discreta prova offerta in Bel Ami – Storia di un seduttore in programmazione in questi giorni, il film rappresenta inoltre l’ennesima occasione per l’ex-vampiro Robert Pattinson di dimostrare finalmente la vera natura delle sue doti, al di là della fama di idolo delle teenagers conquistata senza troppo sforzo con la saga di Twilight. Pattinson non sarà certo il solo elemento di interesse in un nutrito cast che vanta la partecipazione di Juliette Binoche e Paul Giamatti, insieme a Sarah Gadon, Mathieu Amalric, Jay Baruchel, Kevin Durand, K’Naan, Emily Hampshire e Samantha Morton.

Non resta che aspettare!