Il cinema ha sempre puntato sulla danza per poter rappresentare al meglio i sentimenti dei personaggi altrimenti inesprimibili solo con le parole.

La danza nel cinema ha una lunga storia che risale al teatro e ai numeri dapprima separati e poi facenti parte, con un filo logico, delle riviste e degli spettacoli di varietà, fino ad arrivare ai musical che vanno dagli anni ’30 agli anni ’50.

Tuttavia, di incentrati solo sulla danza, su un personaggio che supera ostacoli di ogni tipo per poter diventare un ballerino affermato, hanno avuto particolare rilievo negli ultimi 30 anni.

Ecco tutto quello che c’è sapere sui film sulla danza che hanno fatto la storia del cinema, sia che si tratti di danza classica o hip hop.

Film sulla danza classica

film sulla danza

La danza classica è sempre stata considerata come un tipo di espressione molto misteriosa, affascinante e coinvolgente, tanto da essere rappresentata e portata più volte sullo schermo. Inizialmente, questa forma di danza era usata come espediente per comporre dei numeri musicali coreografici e come motivo di espressioni dei sentimenti dei protagonisti, grazie alla realizzazione del ballo a due.

Basti pensare alle sequenze di film come Papà Gambalunga (1955), Spettacolo di varietà (1953) o la sequenza finale di Un americano a Parigi (1951), ma, più semplicemente, ai diversi film realizzati da duo Fred Astaire e Ginger Roger. Film, però, che erano più musical, in cui le componenti di ballo, canto e recitazione si eguagliavano sullo stesso piano, intersecandosi e raccontando storie sia individuali, come per i film già citati, o collettive, come in West Side Story (1961).

In anni più recenti, si è deciso di focalizzare l’attenzione più sulla realizzazione di questa danza, sulle difficoltà che essa comporta, con quasi sempre un provino all’orizzonte pronto a decidere le sorti della/del protagonista. In questo senso, sono esemplari film come Billy Elliot (2000) – che racconta la storia, ambientata nell’Inghilterra del 1984, di Billy, un ragazzino di 10 anni, che scopre la sua passione per la danza classica, andando contro il padre e il fratello che lo vorrebbero pugile – e Il cigno nero (2010), con protagonista Nina Sayers, ballerina talentuosa ma instabile mentalmente.

Tra gli altri titoli, si cita anche A time for dancing (2000), con protagonista Jules che, a causa di una malattia, si trova a dover fare i conti con il destino, le sue paure e i suoi desideri di continuare ad essere una ballerina.

Frasi film sulla danza

Chi non ha mai citato la frase di un film per esprimere un sentimento o per il solo gusto di farlo, alzi la mano. Anche i film sulla danza hanno le loro frasi ad effetto indimenticabili, tanto che a volte, riguardando i film, ci si può sorprendere di quanto esse siano scolpite in mente.

  • Esaminatrice: Posso chiederti, Billy, che genere di sensazioni hai quando danzi? Billy: Non lo so… una bella sensazione… Sto lì, tutto rigido, ma dopo che ho iniziato, allora, dimentico qualunque cosa. E… è come se sparissi. Come se sparissi. Cioè, sento che tutto il corpo cambia, ed è come se dentro avessi un fuoco, come se… volassi. Sono un uccello. Sono elettricità. Sì, sono elettricità. (Billy Elliot)
  • Nessuno può mettere Baby in un angolo. (Dirty Dancing)
  • Si va in scena! (All That Jazz)
  • State parlando del ballo come se fosse il lancio di una capsula spaziale. (Step Up)
  • Chi rinuncia ai propri sogni è costretto a morire. (Flashdance)
  • L’unico vero ostacolo al tuo successo sei tu: liberati da te stessa. Perditi, Nina. (Il cigno nero)
  • A certe persone nella vita va tutto per il verso giusto ad altre va tutto storto… è così che va il mondo! (Honey)
  • Il futuro non si fa fottere, il futuro casomai fotte te! Quello c’è sempre e se non sei preparato, ti fotte! (La febbre del sabato sera)

Film sulla danza hip hop

film sulla danza

Uno dei tipi di danza più recenti e su cui il cinema si è focalizzato molto è l’hip hop. Tra i vari film realizzati e con questo tipologia di ballo, che sono molti, si segnalano sicuramente Step Up (2006) – storia di due ragazzi che imparano l’uno dall’altro stili diversi di danza -, Save the Last Dance (2001) e Honey (2003).

Da questi film sono nati diversi sequel, come Ballare per un sogno 2 (2006), Step Up 2 – La strada per il successo (2008), Step Up 3D (2010). Tra gli altri film che includono questo tipo di ballo, si segnalano anche Ti va di ballare? (2006) e Ballare per un sogno (2008).

Film sulla danza recenti

Negli ultimi anni non si è dato molto risalto a film che riguardassero il mondo della danza, per il semplice fatto che non ne sono stati prodotti parecchi.

Tra gli ultimi film di questa tipologia, si citano New York Academy (2016)–  racconta la storia di una ballerina di danza classica che incontra un violinista di talento (che si basa sul film Scarpette Rosse del 1948) e tra i due nasce un’intensa passione – e New York Aademy – Freedance (2018) che una storia che si avvicina al primo film, ma ben più articolata.

In aggiunta a questi, si segnalano anche il film d’animazione Ballerina (2016) e gli ultimi sequel di Step Up, ovvero Step Up Revolution (2012) e Step Up All In (2014).

Film belli sulla danza

Decidere quale sia il film più bello sulla danza è un fatto parecchio complicato. Nel mondo del cinema ne sono stati realizzati diversi e tutti molto particolari, tanto da non avere metri di paragone l’uno con l’altro.

In ogni caso, tra i migliori film che riguardano il mondo della danza si possono certamente segnalare titoli come il romantico Dirty Dancing (1987), il coinvolgente Footlose (1983), l’energico Flashdance (1983) o il magnetismo di Cabaret (1972). E come non dimenticare La febbre del sabato sera (1977) sulla note dei Bee Gees, le coreografie briose di Chrous Line (1985) e quelle adrenaliniche di Saranno Famosi (1980) e All That Jazz (1979)?

Fonte: IMDb