vedova nera

Prende forma il cast di Vedova Nera, standalone dedicato alle origini dell’eroina interpretata nel MCU da Scarlett Johansson e affidato alla regista Cate Shortland, e come confermato dall’Hollywood Reporter, David Harbour (la star di Stranger Things) è ufficialmente nel film insieme a Florence Pugh, con le riprese che partiranno a Londra il prossimo giugno.

Ma non finisce qui, perché secondo Variety anche Rachel Weisz potrebbe unirsi al cinecomic se le trattative con i Marvel Studios andranno a buon fine. Vi ricordiamo che il suo nome era già emerso da una shortlist di attori qualche giorno fa, in cui si parlava anche di Andre Holland, visto nella serie The Knick e in Moonlight (premio oscar nel 2017), come perfetto villain, e di un’interprete femminile da affiancare alla protagonista.

Al momento non ci sono ulteriori aggiornamenti sul film, né sui panni che Harbour e Weisz potrebbero vestire. Lo studio è invece determinato a mantenere la massima segretezza intorno al progetto che, come saprete, rivedrà la Johansson in quelli della spia sovietica Natasha Romanoff presumibilmente prima degli eventi che l’hanno portata a diventare un membro del team dei Vendicatori.

Prossimamente Harbour sarà al cinema con il reboot di Hellboy, terzo adattamento del demone che arriva a dieci anni dalla versione di Guillermo Del Toro. Insieme all’attore, nel cast, figurano Milla Jovovich (Resident EvilZoolander 2), Ian McShane (John Wick 1, 2), Sasha Lane (American Honey) e Daniel Dae Kim (The Divergent Series: Allegiant).

Hellboy sarà distribuito in Italia da M2 Pictures, in anteprima mondiale, dall’11 aprile.

Vedova Nera: 10 cose da sapere sul passato di Natasha Romanoff

CORRELATI:

La prima sinossi riporta:

La nascita di Vedova Nera (alias di Natasha Romanova) dipende dal KGB, un’organizzazione che la spingerà a diventare il suo ultimo soldato: quando l’URSS cade a pezzi, il governo cerca di uccidere l’agente segreto a New York, dove lavora come freelance operativa. È lì che ritroveremo Natasha, emigrata da quindici anni dopo la caduta dell’Unione Sovietica.

Vedova Nera sarà a tutti gli effetti un viaggio nel “passato” del MCU (come Captain Marvel, ambientato in un’epoca mai esplorata all’interno dell’universo condiviso). Lo standalone riprenderà quindi le sorti di Natasha Romanoff quindici anni dopo la caduta dell’Unione Sovietica negli Stati Uniti ed è evidente che si piazzerà in un momento della timeline antecedente a Iron Man 2.

Vedova Nera: ecco cosa possiamo aspettarci dal cinecomic prequel

Fonte: Variety, THR