Festa di Roma 2015: Belle & Sebastien – l’avventura continua, la conferenza stampa

-

Scortati dal maestoso pastore maremmano, Belle & Sebastien – l’avventura contiuna viene presentato nella cornice di Alice nella Città dal giovanissimo Félix Bossuet (10 anni), dal regista Christian Duguay, la new entry del cast, Thierry Neuvic e Gugliemo Marchetti (Notorious Pictures).

Il primo film è stato un grande successo. Com’è stato dover fare i conti con la sensazione di dover quantomeno eguagliarlo?

Christian Duguay: Quando c’è una sostituzione importante come quella del regista, in un film che è arrivato al suo secondo capitolo, credo che sia molto importante restare fedeli e rispettosi di chi è venuto prima di noi e sapere bene a chi ci si vuole rivolgere. Certo, è bene sempre cercare di aggiungere nuovi e più colori alla storia. Nel mio caso lo scopo era, oltre ad aggiungere spettacolarità alle scene, quello di dargli uno spessore emotivo. Il risultato mi ha soddisfatto, sono molto orgoglioso di questo film perché riesce a veicolare valori universali.

Cosa rende così eterna questa storia?

CD: Ci sono naturalmente elementi senza tempo, il rapporto tra il bambino e il cane, il rapporto di entrambi con la natura. Nel primo queste componenti erano già venute fuori e, con questo secondo capitolo, abbiamo cercato di dare grande rilevanza al rapporto con il padre che è qualcosa con cui tutti noi, figli, dobbiamo fare i conti e ci tocca quindi da vicino.

Vi aspettavate questo successo di pubblico?

Guglielmo Marchetti: No, non eravamo pronti, ma non è un successo casuale. Acquistiamo la maggior parte dei film su sceneggiatura: abbiamo visto il promo a Berlino e ce ne siamo innamorati. Ci abbiamo creduto molto e abbiamo avuto ragione. Per ciò che riguarda il secondo capitolo, abbiamo deciso di uscire l’8 dicembre, in clima natalizio, un periodo molto caldo competitivamente nel panorama italiano. Tuttavia non siamo spaventati, la storia è straordinaria. Usciremo con 500 copie e con un piano promozionale prontissimo a partire.

I set con animali e bambini sono notoriamente i più difficili. Com’è andata sotto questo punto di vista?

CD: Quando si lavora con i bambini si deve cercare innanzitutto di ottimizzare perché, spesso, hanno poco tempo, avendo tante altre cose da fare. Félix aveva infatti due controfigure, poiché non avevamo molto margine di rischio. Per quanto riguarda i cani ne avevamo quattro in totale. Naturalmente ripetere una scena con degli animali è un problema, anche per la costanza e la continuità richiesta agli attori.

Thierry Neuvic: Lavorare con Félix è stato un piacere, tra di noi è subito scattata la magia. Devo dire che non è stato poi tanto faticoso neanche dover lavorare con i cani, grazie alla grande bravura e professionalità degli addestratori.

Belle & Sebastien – l’avventura contiuna sarà nelle sale italiane a partire dal prossimo 8 dicembre.

Dalila Orefice
Dalila Orefice
Studentessa di Arti e Scienze dello Spettacolo con una passione per Harry Potter che sfiora i limiti del patologico. Il sogno di una vita? Carta, penna e un buon film.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

Dall'alto di una fredda torre Vanessa Scalera

Dall’alto di una fredda torre, la scelta di Vanessa Scalera ed...

Al cinema dal 13 giugno, distribuito da Lucky Red, la storia di Dall'alto di una fredda torre (qui la recensione) nasce sul palcoscenico del teatro,...
- Pubblicità -