In una interessantissima intervista concessa a MTV.com il regista Tim Burton si confessa su i progetti futuri in uscita nel  2012: Frankenweenie e Dark Shadows, e il film da lui prodotto Abraham Lincoln: Vampire Hunter


Con Frankenweenie le cose non sono troppo difficili, perché mi arrivano un paio di inquadrature al giorno da guardare. E’ come se lavorassimo al rallentatore. Lavorare a Dark Shadows, invece, è decisamente più immediato e intenso. Mentre per quanto riguarda Abraham Lincoln, Timur è bravissimo. Io mi limito a sostenerlo. E’ un progetto che mi è piaciuto da subito e che volevo vedere.

A che punto del film ti trovi?
Nel panico. A quel punto. Stiamo montando il film e aggiungendo gli effetti visivi, anche se non ce ne saranno molti. Ha un tono molto strano. E’ il bello del cinema, non sai mai esattamente di che si tratta. Un aspetto che lo rende eccitante e spaventoso allo stesso tempo, e ciò che lo rende straordinario da fare. Devo ricordarmene.

Con 1.200 episodi, la serie originale era immensa. Cosa hai tenuto?
Era una serie che dava sensazioni molto strane. E’ non è che tutti la notassero. Era una soap opera molto strana, e io sono fortunato ad aver avuto un cast così fantastico. Persone come Michelle Pfeiffer sono cresciute guardando quella serie. Altri membri del cast non la conoscevano, ma si sono subito calati in quello spirito. Una specie di senso di melodramma accentuato. La nostra generazione correva a casa da scuola e lo guardava. Ecco perché non studiavamo: dovevamo studiare e invece guardavamo Dark Shadows. Ha un tono serioso ma molto strano, era divertente in un modo che però non faceva davvero ridere. E quindi noi per il film ci siamo concentrati molto per trovare il giusto tono. Non abbiamo fatto delle vere prove di scena, il cast si è unito a noi di volta in volta, in momenti diversi. Ma c’era una vecchia foto del cast originale, e io ho preteso che ne facessimo una tutti quanti (quella uscita tempo fa). Questo ci ha aiutato molto.

Parte della storia è ambientata nel 1700, e parte nel 1972, vero?
Sì, c’è un prologo, ma il resto del film è ambientato principalmente nel 1972, che per il film è l’epoca moderna. Per me, invece, erano tempi duri.

E nel film lasceremo spesso quella casa?
Un po’, ma il bello di Dark Shadows è che era un mondo ermeticamente chiuso. Era un melodramma famigliare. Si dava la sensazione di un mondo esterno, ma mai in senso completo.

E si viaggerà nel tempo?
Non troppo. Un po’. Quando succedeva nella serie tv mi veniva voglia di andare a fare i compiti.

Niente 3D stavolta?
No. E’ un film ambientato negli anni 70. Solo Frankenstein’s Bloody Terror era in 3D. Ricordo solo quello.

Ma è vero che stai pensando di fare un nuovo Beetlejuice?
Sì! Adoro quel personaggio, e Michael Keaton era mitico. Penso sempre a quanto fosse bello quel personaggio, e quindi ho chiesto a Seth Grahame-Smith se aveva qualche idea interessante, e che ne avrei parlato volentieri se l’approccio fosse stato inedito. Mi è sembrato molto eccitato.

E ne avete già riparlato?
No, gli ho dato qualche indicazione ma non ci siamo ancora risentiti. Sono sicuro che Michael tornerebbe.

Deve essere eccitante tornare su Frankenweenie, considerato che il cortometraggio originale portò alla conclusione il tuo rapporto con la Disney.
Magari questo film causerà la seconda o terza rottura! Sono molto eccitato. L’opportunità di farlo in bianco e nero 3D è perfetta per questa storia. Sono felice di essere riuscito a espandere la storia, ora è un po’ alla “Casa di Frankenstein”, ma è fedele all’originale.

Qualcuno ha cercato di dissuaderti dal girarlo in bianco e nero?
Sono felice perché penso che tutti abbiano capito che il bello del corto era il bianco e nero. E’ una sfida per lo studio andare avanti con qualcosa di simile. E il 3D è perfetto. Molti film in 3D causano una perdita di dettaglio, ma lo stop-motion dà una percezione maggiore.

Cosa ne pensi del formato IMAX?
Che mi piace! Stiamo facendo un test su Frankenweenie.

Il tuo prossimo film in stop-motion sarà la Famiglia Addams?
Non lo so, ho molti progetti al momento.

Fonte: MTV la traduzione è stata fatta da Badtaste.it