Anarchia La Notte del GiudizioI Padri Fondatori, un nuovo regime che governa gli Stati Uniti d’America in un futuro che sembra non molto lontano, pare abbiano risolto in modo efficace il problema della criminalità nelle grandi metropoli. L’antidoto a questo veleno si chiama Lo Sfogo, una notte in cui ognuno potrà appunto sfogare i più violenti istinti: teppisti, psicopatci, frustrati ma anche ricchi rampolli di famiglie agiate che vogliono a modo loro partecipare alla Purificazione rimanendo comodamente nelle loro lussuose dimore e acquistando per l’occasione civili poveri e malati da massacrare. Il sospetto che la notte de lo Sfogo sia un modo per eliminare gli strati più deboli e poveri della società, viene avanzato da un gruppo dissidente capeggiato dal carismatico leader Carmelo (Michael K. Williams). Durante queste famigerate ore vige il coprifuoco per quanti non sono in grado di difendersi ma non tutti riescono a raggiungere la propria casa in tempo. E’ il caso di una giovane coppia, Shane (Zach Gilford) e Liz (Kiele Sanchez) a cui si ferma la macchina sull’autostrada. Questo sfortunato destino farà incrociare le loro vite con quelle di altri tre sconosciuti predestinati a divenire vittime della violenza. Il primo è un uomo misterioso detto il Sergente (Frank Grillo) che salva loro la vita ma che sembra abbia un’importante missione da portare a termine. Gli altri due personaggi sono una coppia di donne indigenti, madre e figlia (Carmen Ejogo e Zoë Soul), che sono state scelte per essere massacrate da un gruppo di miliardari e per questo rapite da un sinistro commando armato.

Anarchia-la notte del giudizioQuesta per grandi linee la storia del nuovo lungometraggio di James DeMonaco, già autore de La Notte del giudizio. Anche in Anarchia La Notte del Giudizio ritroviamo le caratteristiche del film precedente: azione, suspance, violenza e una visione estremamante negativa dell’essere umano, considerato una sorta di bestia che viene tenuta a freno solo dalla repressione e dalle leggi. Ma anche la società capitalistica viene aspramente criticata e questo rappresenta uno degli aspetti più interessanti di questa pellicola. Anarchia è un film di genere ma che, all’interno delle convenzioni proprie a questa forma narrativa, porta avanti una critica politica. E’ un film schierato dal momento che il male viene identificato nell’alta società, nella finanaza e nell’industria, soprattutto quella delle armi.

Anarchia La Notte del Giudizio si inserisce quindi in un filone abbastanza collaudato in questi anni di crisi economica, politica e sociale. I registi di queste pellicole, facendo riferimento ad un dispotico futuro fantapolitico criticano aspramente questo presente in cui le democrazie paiono piegarsi ad un potere più forte: quello del denaro.