Nell’ultima giornata della Festa del Cinema di Roma è stato presentato il film d’animazione Il Piccolo Principe di Mark Osborne. Basato sull’omonimo romanzo di Antoine de Saint-Exupéry, la grande storia illustrata sarà nei cinema italiani dal 1 Gennaio 2016 distribuita da Lucky Red.

Non era una sfida semplice adattare un grande classico come Il Piccolo Principe, eppure Mark Osborne ci è riuscito: non ha solamente dato vita al Principe su pellicola, ma ha anche creato la giusta storia attorno per rendere più fruibile e appetibile un racconto amato da tutte le generazioni e affrontando temi importantissimi, come quello dell’amicizia, nella giusta prospettiva.

Una bambina ha tutta la sua vita pianificata dalla mamma che vuole solo la migliore istruzione per lei: ma questo significa una vita sui libri e poco spazio per la fantasia o le amicizie. Questo finché non si trasferisce accanto ad un vecchio eccentrico aviatore che attraverso le sue illustrazioni le fa conoscere la storia di quando tanti anni prima, dopo essere precipitato nel deserto aveva incontrato Il Piccolo Principe. Grazie a queste pagine e ai nuovi mondi che l’aviatore le fa scoprire viaggiando con la fantasia, nascerà un singolare legame tra lui e la bambina.

Dietro alla realizzazione de Il Piccolo Principe ci sono i migliori illustratori europei e i geni dell’animazione della DreamWorks che hanno creato un mondo unico per farci entrare in questa storia straordinaria. La bellezza di questo film risiede proprio nella doppia tecnica utilizzata: un 3D in computer grafica per il mondo “reale” e un 2D in stop-motion usando le bellissime illustrazioni originali di Saint-Exupèry che tutti conosciamo, per raccontare del Piccolo Principe e il suo pianeta lontano. In questo modo non si è snaturato il racconto e l’essenza di esso, rendendolo allo stesso tempo estremamente credibile e attuale.

Il Piccolo Principe con semplicità e poesia ci trasporta nel suo mondo, facendoci scoprire l’importanza dell’immaginazione a tutte le età.