Nel corso della premiere a Londra di Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald (recensione) abbiamo scambiato qualche battuta con il protagonista del film, Eddie Redmayne che ci ha rivelato le sue aspettative sul film:

Newt Scamander

Sono successe molte cose da quando il magizoologo Newt Scamander è partito da New York alla volta di Londra, lasciando una speranzosa Tina Goldstein sul molo, e da quando Queenie Goldstein è stata assunta nell’animato panificio di proprietà del No-Maj Jacob Kowalski, che – pur avendo problemi di memoria – sembra mostrare uno sconcertante barlume di lucidità. Nei mesi che sono trascorsi Newt ha completato il suo libro, Animali fantastici e Dove trovarli, che è diventato un bestseller. Queenie e Jacob hanno iniziato una storia d’amore furtiva in violazione delle leggi del mondo magico americano che lo vietano. E il loro rapporto ha provocato una frattura tra Queenie e sua sorella Tina, che essendo stata reintegrata nei ranghi degli Auror del MACUSA, è responsabile di far rispettare tali leggi.

Riprendendo il ruolo di Newt, Eddie Redmayne osserva: “Per il primo film J.K. Rowling ha creato quattro personaggi unici, degli outsider che lottano a modo proprio. È solo attraverso le connessioni che si sviluppano tra di loro – attraverso quella simbiosi – che prosperano e trovano la felicità e persino l’amore. Ma nel frattempo, a causa di fraintendimenti e circostanze, le cose sono cambiate“.