Disastro al box office italiano, con Kick Ass 2 che non riesce a spodestare Wolverine l’Immortale e briciole di incassi.

Si è appena concluso il fine settimana più disastroso al box office italiano, che coincide con Ferragosto. Nel pieno delle ferie, pochissimi italiani hanno optato per un film in sala, così gli incassi al botteghino sono precipitati a cifre decisamente imbarazzanti, tutte largamente al di sotto del mezzo milione di euro.

Un po’ a sorpresa, Wolverine l’Immortale resiste in testa per la quarta settimana consecutiva, ottenendo altri 258.000 euro per un totale di 4,4 milioni, cifra raggiunta anche grazie al 3D.

Sorprende in negativo l’esordio in seconda posizione dell’unica new entry di peso, Kick Ass 2, che invece non va oltre i 215.000 euro in più di 220 copie disponibili. Era prevedibile infatti un’apertura al primo posto, anche se ricordiamo che il primo capitolo aveva incassato anche meno al primo weekend (circa 203.000 euro), per poi chiudere con soli 450.000 euro a causa del notevole ritardo di distribuzione nel nostro Paese.

Now You See Me – I maghi del crimine scende al terzo posto con altri 170.000 euro, superando così il tetto dei 4 milioni di euro, mentre La notte del giudizio (127.000 euro) arriva a 940.000 euro.

Grazie alle anteprime estive ormai tipiche del periodo, alcune pellicole riescono a trarre vantaggio da una programmazione limitata che ha luogo qualche giorno prima del debutto ufficiale. Tra queste, Red 2, in uscita nel prossimo fine settimana, che incassa 122.000 euro nella sola giornata di sabato, piazzandosi in quinta posizione.

Seguono due film horror, ossia la new entry Open Grave (63.000 euro) ed ESP 2 – Fenomeni paranormali (49.000 euro), che supera i 400.000 euro complessivi.

Dopo l’esordio flop di qualche settimana fa, il film d’animazione francese Titeuf guadagna qualche posizione, risalendo all’ottavo posto con altri 48.000 euro per 114.000 euro totali.

Drift – Cavalca l’onda scende in nona posizione con 47.000 euro, giungendo a soli 166.000 euro complessivi.

Chiude la top10 Una spia al liceo (45.000 euro), che non va oltre quota 243.000 euro.