Fast & Furious 6 recensione
- Pubblicità -

Fast & Furious 6 sbanca al box office italiano, seguito dal buon debutto de La Grande Bellezza. Dietro Il Grande Gatsby, quasi nessuna new entry.

La Festa del Cinema si è conclusa da un pezzo, ma i suoi effetti continuano a beneficiare le sale cinematografiche italiane. Complice forse anche un insolito maltempo, nell’ultimo fine settimana le sale sono state decisamente affollate, determinando un ulteriore incremento degli incassi al box office italiano.

Fast & Furious 6 sbanca al botteghino con un risultato eccezionale. La saga action di successo in Italia apre con 5,7 milioni di euro, per un esordio complessivo di ben 7,3 milioni di euro incassati da mercoledì a domenica. Si tratta di uno dei migliori esordi dell’anno, nonché della migliore apertura della saga con Vin Diesel e Paul Walker: lanciato in oltre 660 copie, Fast & Furious 6 ottiene una media pazzesca di 8600 euro.

Dietro il cinema commerciale si piazza il cinema d’autore: La Grande Bellezza debutta in seconda posizione con 1,8 milioni. Uscita in concomitanza con la presentazione a Cannes, l’acclamata pellicola di Paolo Sorrentino incassa 2,2 milioni in sei giorni, con un’ottima media superiore ai 4000 euro registrata nelle oltre 400 copie disponibili. Questo risultato segna il migliore weekend d’apertura per un film di Sorrentino.

Il Grande Gatsby scende al terzo posto con 1,5 milioni raccolti al suo secondo fine settimana. L’adattamento cinematografico di Buz Luhrmann del capolavoro di F.S. Fitzgerald regge piuttosto bene giungendo, anche grazie al 3D, a un totale di 5,3 milioni di euro.

Quarta posizione per l’ultima new entry a piazzarsi nella top10: il cartoon Epic – Il mondo segreto, nonostante l’assenza di concorrenza di altri prodotti per famiglie, incassa 1,1 milioni malgrado il lancio massiccio in circa 660 copie.

Iron Man 3 scende in quinta posizione con 221.000 euro, arrivando a ben 15,8 milioni complessivi.

Seguono altri film in calo, ossia gli horror La Casa (172.000 euro) e Hansel & Gretel – Cacciatori di streghe (98.000 euro), giunti rispettivamente a 1,4 milioni e 2,6 milioni.
Subito dietro, Effetti collaterali arriva a soli 1,6 milioni dopo quattro settimane di programmazione con altri 80.000 euro.

Viaggio sola conferma la nona posizione della scorsa settimana, giungendo a 1,5 milioni totali con altri 77.000 euro.

Chiude la top10 No – I giorni dell’arcobaleno (67.000 euro), arrivato a 304.000 euro complessivi.

- Pubblicità -