La Luna è uno dei primi pianeti ad essere apparsi al cinema, ne Le voyage dans la lune di Georges Meliès, sul pianeta si atterrava in modo un po’ brusco.  Nella realtà questo avveniva solo nel 1969. Pochi anni dopo, nel 1971, David Bowie si chiedeva se ci fosse vita su Marte nell’album Hunky Dory, e poi l’anno successivo lo dava per scontato, raccontando le avventure di Ziggy Stardust e gli Spiders from Mars.

Marte è un pianeta che ha sempre affascinato il cinema in chiave esplorativa e di minaccia, ma anche con un occhio alla commedia come accade per gli alieni di Le ragazze della terra sono facili, diretto da Julien Temple, in cui Jeff Goldblum e altri due alieni atterrano per un’avaria sulla Terra e nel tempo che passa per la riparazione della navicella riescono a sedurre un trio di terrestri tra le quali troviamo la sua futura compagna, ora ex moglie Geena Davis.  Anche qui però il cinema si collega alla musica visto che il regista Julien Temple è specializzato in documentari e film con protagonisti le rockstar inglesi anni ’70 tra cui ovviamente Bowie e i Sex Pistols, di cui anni fa è stato distribuito uno dei film realizzati da Temple, Sex pistols: Oscenità e furore.

Il prossimo 5 Agosto, chi lo sa, forse verrà data  una risposta a questa domanda che attanaglia musicisti e cinefili, visto che una sonda della NASA atterrerà proprio sul pianeta rosso che alla storia del cinema ha fornito tanti ipotetici nemici del genere umano, alcuni allergici alla musica country, come in Mars Attacks! di Tim Burton. Per festeggiare l’evento a livello planetario si sono organizzati diversi Mars Landing parties, in luoghi approvati dalla stessa organizzazione internazionale, in cui verrà proiettato anche un video di presentazione delle possibili difficoltà dell’atterraggio, intitolato 7 minutes of terror.  A casa nostra la festa sarà ospitata dal Kino nell’arena del Parco di S. Sebastiano, ormai uno dei pochi baluardi vivaci dell’Estate romana caduta in catalessi,  che celebrerà l’evento in modo cinematografico unendo i puntini; ci sarà infatti la proiezione del primo film in cui appare Bowie in versione aliena: L’uomo che cadde sulla terra diretto da Nicholas Roeg nel 1976, in cui appunto l’alieno si ritrova catpultato in un pianeta in cui non pensava di arrivare e al quale dovrà adattarsi, fisicamente e mentalmente.

La sera successiva è previsto un altro evento unico, visto che verrà presentato il film inedito Actrices, la seconda opera di Valeria Bruni Tedeschi che risale al 2007, dopo E’ più facile per un cammello, del 2003, che sarà presente in sala con la protagonista Valeria Golino.  L’attrice, regista e illustre sorella sta anche terminando il suo terzo film da regista, Un chateau en Italie, la cui distribuzione è prevista per l’anno prossimo.

Proseguono anche le CineCene, questa volta si cena a tema Martedì 7 Agosto guardando Io sono l’amore di Luca Guadagnino, con Tilda Swinton.

Tutte le proiezioni, e le cene, iniziano alle 21.