Blue Jasmine-Cate BlanchettCon Blue Jasmine pronto ad invadere i cinema nella giornata di domani 5 dicembre,  Cate Blanchett, protagonista dell’ultima fatica firmata Woody Allen, ha rilasciato a Deadline un’intervista in cui analizza la doppia anima di un film che è sì drammatico, ma che non disdegna momenti di assoluta ilarità.

 

L’attrice, fresca vincitrice del New York Film Critics Circle Awards come miglior attrice, si è così pronunciata:

“Ho riso molto quando l’ho letta [la sceneggiatura]. Se pensi a Crimini e Misfatti ci sono dei momenti assolutamente ilari. Al momento un orribile divorzio può essere catastrofico ed assolutamente tragico, ma se lo racconti anni dopo potrai finalmente riderci sopra.”

Parlando poi di cosa l’ha spinta ad accettare il ruolo  ha poi aggiunto:

“Da dove potrei cominciare? Quando ti arriva la chiamata hai già accettato ancor prima di leggere la sceneggiatura per il suo (Woody Allen) modo di lavorare e per la sua sensibilità, per l’opportunità, per l’opportunità che offre agli attori […] Sono stata sopraffatta dall’assurdità e dalla tragedia che pervade in quasi ogni scena. è un ritratto di un crollo sotto più punti di vista, ma è anche la storia di persone che hanno delle relazioni costruite esteriormente piuttosto che su qualcosa di interiore”

Circa il rapporto con Woody Allen si è così pronunciata:

“Non è il capo […] l’ho sentito molto vicino […] volevamo renderlo felice in virtù di un grande rispetto nei suoi confronti, ma quando realizzi che non non lo sarà mai allora continui ad andare avanti.”

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a leggere la nostra recensione di Blue Jasmine.

Fonte: Deadline