Charlie Cox, protagonista della serie Netflix Daredevil, ha raccontato un divertente aneddoto sugli effetti collaterali di interpretare un personaggio cieco (l’avvocato Matt Murdock) avvenuto a un provino. E probabilmente non un provino qualunque.

 
 

“Avevo un’audizione, una di quelle cose super segrete che non ti rivelano, ma io ero quasi certo si trattasse dello spinoff di Han Solo. A metà del provino, il direttore del casting mi blocca e mi chiede: ‘perché non mi stai guardando?’ Ho realizzato in quel momento di non essere più assolutamente abituato al contatto visivo perché per due anni l’unica cosa che ho fatto è stata interpretare una persona non vedente. Non mi hanno più richiamato, probabilmente non riuscivano a capire come avessi potuto recitare come un perfetto idiota”.

Inconvenienti del mestiere. Il ruolo di Han Solo, come sappiamo, è stato poi affidato ad Alden Ehrenreich. Avreste visto Charlie Cox nel ruolo del giovane Harrison Ford?

Fonte