In piena moda revival, anche The Predator si inserisce in quei franchise culto che vedranno a breve un ritorno sul grande schermo in forma di remake, sequel, reboot.

A dirigere il film c’è Shane Black (The Nice Guys) che ha parlato del tono e delle atmosfere di riferimento del suo film. Il regista ha dichiarato che, la cosa peggiore per un personaggio come Predator, è quella di apparire in mezzo alla scena all’improvviso, in piena luce del sole. Quello a cui Black ambisce è ricostruire l’atmosfera e la suspance, il “non visto”, che ha caratterizzato il primo di un franchise “cugino” di Predator, l’Alien diretto da Ridley Scott.

Per quello che invece riguarda l’ambientazione e la cronologia del franchise, Black ha spiegato che il film sarà effettivamente ambientato nel 2018, come il primo film del 1978, e che quindi può essere un sequel dell’originale, ma che non è necessario localizzare la sua storia nel tempo, dal momento che sarà posta nel mezzo della mitologia della serie.

Che ne pensate?

predatorThe Predator scritto da Frank Dekker e Shane Black e da quest’ultimo diretto, uscirà al cinema il 2 marzo 2018. A produrre la pellicola Matt Reilly, che supervisionerà per la Fox. Inoltre il film sarà collegato ai primi tre capitoli ma non avrà alcun legame ad Alien vs Predator.

Fonte: SR