bradley cooper

A quanto pare, Bradley Cooper è al centro dell’attenzione per un suo eventuale coinvolgimento nel sequel di Joker nei panni di Batman. La notizia del sequel del film ha rimbalzato in rete, con vari chiarimenti e correzioni, ma sembra che sia effettivamente in cantiere il progetto di una trilogia.

 

In questa trilogia, ad un certo punto, potrebbe comparire proprio l’Uomo Pipistrello e sembra che Todd Phillips, ancora a capo del progetto, voglia che il ruolo vada al suo amico e frequente collaboratore Bradley Cooper.

Certo, Cooper sarebbe un eccellente Batman, specialmente se interpretasse un personaggio  con lo stesso approccio realistico dedicato alla sua Nemesi. Certo, sarebbe un Batman che anagraficamente è troppo grande, rispetto al Joker di Joaquin Phoenix, e questo potrebbe essere un fondamentale deterrente per far cadere la scelta di un nuovo uomo pipistrello sull’attore e regista.

Tale problema sarebbe invece limitato con Robert Pattinson, che già sarà Batman per Matt Reeves, in quanto l’attore ha 11 anni in meno rispetto a Bradley Cooper.

Tuttavia, sempre Cooper compare nella lista dei potenziali interpreti di un nuovo Hal Jordan/Lanterna Verde, che prima o poi arriverà sul grande schermo, di nuovo. Questo potrebbe indicare anche solo che Bradley è nello “schedario” Warner Bros per più di un motivo, anche solo come attore e regista che lavora spesso con lo studio.

I progetti per il futuro DC Comics sono molti, al momento, e tutti sembrano avere un declinazione che possa destare l’interesse degli spettatori, nonostante le delusioni di Justice League e Batman v Superman. Wonder Woman e Aquaman, per non parlare di Joker, hanno dimostrato che esiste un modo vincente anche per raccontare gli eroi DC al cinema, e questo deve essere il punto di inizio, per la Warner, da cui ripartire e costruire una serie di prodotti validi per sfruttare le preziose PI che possiede.